02 dic 2016

Natale green: regala un albero con Treedom #makeitreal

Ci sono regali che parlano da soli e danno un messaggio chiaro e lampante come una giovane bionda di fianco a un vecchio a Montecarlo: sono i regali fatti perché si dovevano fare.
I sali da bagno non mentono e sono un buon marker per comprendere il livello di disperazione dell’ultimo minuto. 

Tali nefandezze nell'anno domini 2016 non sono più accettabili perché con un minimo di ricerca su internet e una carta di credito si possono regalare piccole gioie di senso compiuto come ad esempio un albero piantumato con felicità in Kenya.
Non posseggo un grande pollice verde, so a malapena far sopravvivere una pianta grassa, ma come ben sapete la mia vita ideale è quella di un giovane e paffuto Hobbit che fa tre colazioni e vive nel bosco in una casetta in legno.

E’ quindi con gioia che condivido con voi questa bellissima iniziativa di Treedom che è il regalo perfetto per un amico dall’animo green, sensibile alle sorti del pianeta, o per salvare nostra zia, con un nobile gesto, dall'ennesimo ed inutile pacco di sali da bagno.


Credo sia anche un bellissimo regalo da fare ad un bambino - a integrazione di una Barbie o di un Lego, si intende, prima di venire ricordati come la zia o il parente cattivo - per sensibilizzarlo e fargli capire che il mondo che lo circonda non è solo la sua scuola, il suo quartiere o la sua città, ma c’è ben altro che non va ignorato.

Cos’è Treedom?

Treedom è una piattaforma web che permette a chiunque di contribuire alla riforestazione di zone povere del mondo come l’Africa o l’America Latina.
Insomma, è un sito di brave personcine dove potete scegliere il vostro alberello da adottare, piantumare e di cui seguire con gioia i progressi attraverso Google Maps.

Dal 29 novembre su Treedom è online la campagna “We make it real” un servizio con cui potete regalare a parenti e amici 4 alberi in edizione limitata: avocado, guava, mango e markhamia.
I frutti dei primi tre resteranno alla popolazione locale per autoconsumo o commercio, mentre la markhamia sarà utile a far ombra a colture che necessitano di essere riparate dal sole cocente.
In tale modo si può offrire alla popolazione non solo del verde, ma anche una fonte di guadagno e autosostentamento. 

«Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita.» 
Il sito è bellissimo ed è una sorta di simulazione di quel che significa piantare un albero con Treedom.

Qui invece trovate il sito classico di Treedom dove potete vedere anche tutti gli altri alberi della piattaforma.

Come funziona?

Andate su Treedom e scegliete l’albero del vostro cuore da donare seguendo le istruzioni.
Il regalo può essere consegnato poi alla persona via mail, Facebook o di persona.
Ci sarà una sezione dove potrete scegliere il bigliettino d’auguri con le istruzioni da stampare in caso facciate parte della vecchia scuola che vuole avere fisicamente qualcosa da donare.
Sarà poi possibile seguire il diario online del vostro albero che verrà piantumato e monitorato attraverso Google Maps.
Sicuramente questa funzione sarà apprezzata anche dai più piccoli che potranno curare il loro alberello piantato dall'altra parte del mondo.

Che risultati ci sono?

In sei anni Treedom ha piantato più di 280.000 alberi in Senegal, Camerun, Malawi, Argentina, Haiti, Kenya, Burkina Faso e Italia, quindi non fate i babbani, non regalate inutili trousse, ma alberi verdi, per Diana!


SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.