31 mag 2016

Slip dress trend: i vestiti sottoveste con la maglietta sotto

Negli anni 90 facevo quello che era d'uopo fare per qualsiasi adolescente sana di mente: piangevo per Kurt Cobain, guardavo Non è la Rai e MTV.
Ormai riconosco tutti i trend che sono passati sotto il nostro naso negli ultimi due anni perché li ho già indossati tutti.
Anche quest'ultimo trend dei vestiti sottoveste con la maglietta bianca sotto me lo ricordo bene, con tutto il relativo disagio, e ricordo che spesso si metteva con un collarino sottile nero tipo di velluto.
Ora tutto questo è ritornato puntuale come il diluvio dopo il parrucchiere e la scelta può essere quella di limitarsi al solo vestito sottoveste o quella di abbracciare il disagio completo mettendoci sotto anche una maglietta bianca, a righe o grigia.



SHARE:

Come si fa a odiare Primark?

E' cosa ovvia che vorremmo tutte alzarci la mattina in un letto morbido fatto di lenzuola di lino, Ryan Gosling o Michael Fassbender a lato che ci sorride (o anche tutti e due), la colazione continentale preparata dalla cameriera già pronta sul tavolo del giardino vista piscina, vasi di fiori freschi ovunque, la stanza guardaroba che ci aspetta, la giornata fatta di shopping extra-lusso e relax nell'idromassaggio, per poi concludere con una cena di coppia in un ristorante stellato a caso.
Poi apriamo il portafoglio, vediamo venti euro e diciamo molto bene.


SHARE:

30 mag 2016

Torta fragole, vaniglia e lime

Questa torta con le fragole è buonissima ed è normale che lo sia perché ci sono tutti gli ingredienti della felicità: burro, zucchero, vaniglia e latte condensato.
SHARE:

Extra Fashion: mamma guarda, senza mani!

Mai come quest'anno sarà benedetto l'arrivo dell'estate, quando potremo finalmente gridare al miracolo di Lourdes che segnerà il ritorno degli arti di centinaia di fashioniste sparse per il globo terrestre.
Mi ero illusa che fosse un fenomeno legato alla sola stagione invernale, nobilitando la cagata fashion con un significato darwiniano: la specie umana ha trovato un metodo alternativo per proteggersi dal freddo. E invece.



SHARE:

29 mag 2016

Happy Sunday


da Zodiac, 2007
«Niente penna niente carta: tutto quello che le sembra rilevante dovrà ricordarselo a memoria».
SHARE:

27 mag 2016

Trend pazzi: le scarpe da balletto di Miu Miu

Essendo una donna dotata di intelletto, amo anche io le ballerine di danza classica e da bambina ho desiderato per un lungo periodo diventare prima ballerina del Bolshoi con un mega tutù bianco.
Poi il fato, la pastasciutta, e una scarsissima dote atletica che non mi faceva nemmeno toccare la punta dei piedi, hanno impedito questa mia possibile e brillante carrierahahah, ma ho amato fortissimo: le scarpette, gli chignon, il tulle, gli scaldacuori e le mezze punte.
Tra le mie ballerine del cuore, che ricompro in modo seriale e ciclico, ci sono infatti quelle di Porselli.
Quest'anno per la rubrica "trend pazzi discutibili, ma che finisco sempre per piacermi" ci sono le ballerine  bipolari di Miu Miu da etoile che voleva essere Amy Winohouse.
Altro non sono che normali ballerine a cui pazzamente hanno attaccato lacci e fibbie per creare quello che agli occhi maschili deve essere tipo un'opera del demonio.
Lo sappiamo tutti che i maschi detestano le ballerine, ma finché non avranno anche loro il mestruo e la cellulite devono solo tacere e soprassedere al fatto che vogliamo uscire di casa conciate in questo modo.


SHARE:

Bikini e costumi da bagno personalizzabili: il magico mondo di Surania

Adesso ripetete costume customizzato per dieci volte e sentitevi idioti come me, vi prego.
Praticamente non faccio altro da quando ho scoperto il pazzesco sito di Surania (azienda spagnola di Barcellona) nel quale si possono creare i costumi a proprio piacimento: si può scegliere il modello del reggiseno e il modello dello slip, le taglie, la fantasia, ecc.
E ok, fin qui sembra che non ci sia nulla di nuovo, ma quello che forse non avete ancora visto è l'incredibile quantità di modelli e l'alto livello di personalizzazione che si può arrivare a creare, considerando anche le numerose fantasie, la combinazione dei colori e un minimo di matematica studiata per forza, direi che senza esagerare si può arrivare al migliaio di combinazioni.


Per esempio io avevo selezionato il modello reggiseno a triangolo: mi si è aperta la tendina con una valanga di sotto-personalizzazioni accessorie, triangolo fisso, regolabile, con frange, con volant.
Scelgo quello coi volant e non è mica finita qui: ci sarebbe anche l'opzione di aggiunta delle palline colorate sui laccetti. E poi, cosa sbalorditiva, ogni volant potrebbe essere personalizzato con un colore o una fantasia diversi.
Stessa cosa per tutti gli altri modelli di reggiseno (ci sono ben 12 tipi di fasce) e per gli slip: se si sceglie il modello di slip classico, si ha un ulteriore scelta tra 22 altri modelli per poi giungere alla personalizzazione finale di vita alta, media, bassa e copertura del sedere.

Inoltre, grande cosa per le maggiorate che mi sgridano quando metto le foto dei bikini che stanno bene solo a chi ha poche tette: si possono scegliere le taglie standard proposte (che comunque arrivano fino alla decima!) o - udite, udite - inserire le proprie misure e riceverne uno completamente realizzato sulle vostre richieste.
Mi stavo dimenticando: si può personalizzare anche un eventuale copricostume coordinato o un tankini e tutto ciò si può fare anche per uomo e bambini.
Ora non chiedetemi più dove si comprano i costumi per chi ha tante tette perchè io sono povera pure di quelle e mi fate sempre soffrire.














All pics from Surania website / Surania Instagram

SHARE:

26 mag 2016

Beauty: preferiti di maggio 2016


Questo mese la mia pelle è stata bipolare come il meteo: un giorno arida e secca come la Valle della Morte e un giorno unta come un panino del lurido con i peperoni mangiato alle tre di notte.
Andiamo con ordine:
Tonymoly balsamo Panda per occhi
L'ho preso da Sephora, per onestà intellettuale, solo perché Coreano e a forma di Panda.
Mi sembrava un buon motivo come comprare la crema mani a forma di banana.
Devo dare ragione al mio istinto biondo: funziona ed è super kawaii.
SHARE:

Colazioni alternative: Chia Pudding al latte di mandorla e frutta fresca

Ci han sempre detto che la colazione è uno dei pasti più importanti della giornata e noi, ammettiamolo, ci siamo sempre sentiti un po' perculati, perché che importanza potrà mai avere un pasto in cui solitamente non si consumano pastasciutta, pizza, parmigiana di melanzane e gnocchi al sugo?
Così la società si è vendicata, degenerando il concetto di colazione fino ai cappuccini con gli smile, le stelle, i cuori e gli alberi di Natale. Ce li meritiamo.
Il popolo dei cappuccini solitamente ci accompagna a lato una bomba a idrogeno nelle sembianze di un giga-cornetto ripieno al cioccolato o alla crema o a tutti e due variegato al cocco che è frutta. E poi pranzano con la pasta di kamut e le verdure grigliate perché sanno come ribilanciare il karma.


SHARE:

25 mag 2016

Places: il brunch francese di Amuse Bouche a Milano

Il brunch ha creato notevoli confusioni mentali nella testa delle persone che ormai lo confondono con un comunissimo pranzo a base di hamburger e patatine fritte che si fa la domenica.
Se si mangia un comune piatto salato alle ore 13 non possiamo chiamarlo pranzo come tutte le persone normali?
Possiamo ristabilire l'ordine cosmico delle cose e chiamare brunch solo una tarda colazione, salata e dolce, molto abbondante?
No perché se qualcuno mi proponesse un brunch mi aspetterei,  appunto,  una mega colazione tardiva con pane, burro, marmellata e uova con prosciutto, non di dovermi presentare alle 13.30 per mangiare una pannocchia alla griglia con un cheeseburger unto e pagare magari il tutto quanto un filetto di fassona.
Questa confusione è stata contagiosa anche per i ristoranti dove diventa quasi difficile trovare un vero e proprio brunch.
Recentemente sono stata ad un brunch francese - felicità! finalmente qualcosa di non americano! - da Amuse Bouche che è una piccola bottega vicino a Porta Genova dal sapore e dall'atmosfera francese. 

SHARE:

I cafoni che inquinano: dal MotoGP del Mugello agli uffici imbruttiti

A sentir le vecchie del paese che per manifesta noia affollano la posta e l'ambulatorio dalle 8 alle 12 orario continuato, si stava meglio quando si stava peggio e non c'è verso di riuscire a cambiare la loro idea, nemmeno dicendo che con la medicina degli anni venti ora non sarebbero state in piedi in posta ma sdraiate al cimitero, vabbè mi arrendo.
Intanto però ci sono dei grandi progressi di cui sono fiera ogni giorno: nei bagni pubblici la carta igienica non è più un miraggio e le strade sono più pulite.

Quando ero piccola, negli autogrill e nei bar la carta igienica non si trovava nemmeno entrando in ginocchio col santino di Padre Pio e i marciapiedi erano un trionfo di mozziconi, fazzoletti, pezzi di carta e cacche di cane.
Oggi per fortuna la situazione è molto migliorata ma le cose tornano a complicarsi a seguito di grandi eventi, affollamenti, grigliate di pasquetta, notti bianche, notti rosa, carnevali di Rio.
Se poi ci sono grandi eventi nei quali la gente si esalta - tipo gare di MotoGP al Mugello - e perde il senso della vita, perdendo pure le cose per terra, allora ciaone.
Possiamo tutti immaginare, oltre alle imprecazioni, quante altre cose siano volate per terra ieri dopo il ritiro di Valentino Rossi.
Per fortuna ci sono iniziative che sensibilizzano le masse, come KiSS Mugello (Keep it Shiny and Sustainable) che opera allo scopo di ridurre l’impatto ambientale e migliorare l’impatto sociale delle manifestazioni motoristiche.


SHARE:

24 mag 2016

Profili instagram alternativi di cibo

Potrei segnalarvi i migliori food blogger di Instagram, ma in realtà trovo più interessanti i profili di cibo "alternativi" che magari mescolano disegni, libri o idee diverse dal solito still life.
Nei post vecchi trovate due segnalazioni relative alle colazioni con la mia amica Petunia e il profilo di Simmetry Breakfast i cui admin sono sicuramente della vergine.

KITCHEN SUSPENSION
Non so come facciano a realizzare tutte queste foto sospese, ma il profilo è davvero super bello.


SHARE:

Infinity Wishlist: desideri di maggio

Questo "desideri di maggio" sembra un po' il titolo di una canzone di Lucio Battisti e invece trattasi di una becera lista di cose che vorrei comprare o che ho già comprato.
E' primavera inoltrata ma, meteo e temperature adeguate a parte, la voglia di possedere cose nuove è sempre in agguato come un uccello sulla spalla. Che bei paragoni, che bei momenti.

SHARE:

23 mag 2016

Hummus di melanzane e mentuccia

L'hummus di ceci è una sottospecie di droga per me, sarei capace di mangiarne tranquillamente 500 grammi e poi lamentarmi che "mi sento un attimo gonfia, non capisco perché".
L'ho sempre fatto di legumi - ceci, cannellini o lenticchie - ma devo dire che anche questa versione con le melanzane è bona assai ed è perfetta se dovete preparare l'aperitivo e volete evitare i soliti salatini di sfoglia.
Io servo questo hummus di melanzane - il nome originale di questa ricetta è Baba Ganush e non prevede la mentuccia - con dei crackers ai semi e cumino.



Occorre 
SHARE:

Extra Beauty: le ghiandole anali di Chanel n°5

Già nella mia tenera età delle elementari cominciai a capire quanto la vita fosse ingiusta: la varicella mi lesionò il nervo acustico e io non sentivo più le lancette dei secondi del mio Scuba Swatch e poco dopo si abbatté sui miei occhi la violenta scure della miopia. Con occhiali da quattrocchi lasciati regolarmente nello zaino perché altrimenti mi sarei sentita poco fashion and beauty.
Oggi non ho ancora avuto il coraggio di fare l'operazione agli occhi e guardo le vetrine dell'Amplifon per proiettarmi nel futuro.
Per fortuna però tutto si compensa: il senso del gusto non ha mai avuto rivali e ultimamente sto affinando anche l'olfatto grazie alla pratica odorosa di vini e profumi.


SHARE:

22 mag 2016

Happy Sunday


da La neve cade sui cedri, 1999
«I processi non si fanno per la verità».
On Air: Zedd - Daisy

SHARE:

20 mag 2016

Pantaloni a palazzo con avvertenze

Abbiamo fatto anni a bloccarci la circolazione degli arti inferiori in jeans skinny dalla vita più o meno alta, lunghi anni insaccate come dei salami sottovuoto del banco frigo dell'Esselunga e ora dobbiamo affrontare un cambiamento epocale: vanno di moda i pantaloni palazzo larghi quanto il raccordo anulare di Roma.
Si possono mettere con con camicie, magari con il collo alla coreana, oppure con crop top se siete esenti da rotoli da cane carlino come me, o una semplice t-shirt.
Ho solo queste avvertenze da darvi, prendetele come consigli da mamma:

★Evitateli con i top con le spalle scoperte e gli svolazzi, che sembrare uno dei Kaoma o un un ballerino di latino americano poi è un attimo.

★ Se siete basse, potete ovviare all'effetto Gimli con la cotta di Mithril prendendoli a vita alta, ma non esagerate sennò poi sembra che vi abbia segato l'addome un prestigiatore del secolo scorso.

★ Niente sandaletti gioiello o altri horrori per non sembrare Sally Spectra ad un matrimonio.

★ Fateci l'orlo che non dovete pulire i marciapiedi.

★ Attente alle proporzioni, non esagerate con l'ampiezza che non dovete trasportare della droga o la Compagnia dell'Anello sotto le vostre sottane.


SHARE:

Il Fashion che conta: le nuove divise di Poste Italiane

Mi pare ormai chiaro che nessuno debba mettere in discussione quanto i corrieri e i portalettere siano fashion oriented.
Innanzitutto perché loro il fashion ce lo portano, ci fanno dimenticare le consegne tragedy di bollette varie e lettere che vorremmo subito mettere nella sezione posta indesiderata portandoci i pacchi del nostro beneamato shopping. Loro sono gli eroi del videogioco che portano a compimento l'ultimo livello di intere serate trascorse sui carrelli virtuali a mettere, togliere, mettere, togliere, mettere.


SHARE:

19 mag 2016

Festival di Cannes 2016: vestiti e red carpet

Come sempre andrò in ordine casuale, illogico e privo di alcun senso. 

Blake Lively
Dov'è la ritenzione idrica che dovrebbe avere almeno da incinta?
Dove sono le caviglie gonfie?
Possibile che queste persone abbiano un patrimonio genetico diverso dal nostro?
Che abbiano DNA alieno?
Aveva ragione Mulder?
Blake -siamo amiche sapete- veste Atelier Versace ed è una gran figa pur essendo un abito che su un'altra farebbero subito Valeria Marini.

SHARE:

Cake di asparagi con pomodori secchi e noci

In questa stagione io mi cibo assai di asparagi, a mazzi proprio. Li metto praticamente dappertutto tranne che nel latte di soia a colazione ma ci riempirei anche i vasi dei fiori per decorare con un po' di verde alternativo. Non mi ricordo dove ho letto che gli asparagi sono brutti e mi sono indignata per questa discriminazione. Raccolgo firme in difesa dell'asparago. Ah, e quello verde per me è più buono.
In uno slancio vegetariano ho fatto questo tortino a base di asparagi, pomodori secchi, pecorino e noci.
Ma per il momento vegetariano non praticante vi segnalo anche un'altra versione: potete provare ad aggiungerci una scatoletta di tonno sottotolio ben sgocciolato (una grande o due piccole), è spaziale.


SHARE:

18 mag 2016

Garance Doré e Massimo Dutti

Garance Doré è una di quelle persone che è tutto quello che io non sono: francese, brava a disegnare, con un fantastico stile garçon che non la fa sembrare un assicuratore come quando ci tento io, ha una calligrafia bellissima, si veste sempre molto bene e ho già detto che è francese?
Oltre ad un libro e ad un blog bellissimo, recentemente ha collaborato alla collezione primavera estate 2016 di Massimo Dutti in una fashion story  bellissima ambientata a New York dove vive.
C'è una giornata tipo di Garance manco fossimo amiche con i relativi outfit di combinazioni come sempre perfette.
Voglio tutto.


SHARE:

Saponi, saponette e Zara Home

Ci sono cose per le quali ho sviluppato delle manie assurde, tipo la mia ormai nota collezione di vasi prodotti nella Germania ovest prima della caduta del muro a cui sta seguendo a ruota quella delle sveglie da comodino anni settanta dell'Unione Sovietica.
In fatto di saponi, potreste quindi immaginare che io sia portata a scegliere cose tipo saponette alla lavanda tardiva della Provenza sud-est colta mano da immigrate clandestine durante la presidenza Sarkozy. E invece no. Non adesso perlomeno, nel 2017 chissà.

SHARE:

17 mag 2016

Bohémienne trend: la casa in stile boho chic

Arredare casa può far vacillare anche le menti più equilibrate e stabili perché spesso si parte con l'ideale di arredare tutto in stile nordico e si finisce per ricreare la reggia di Versailles nel proprio salotto, ma il vero problema in realtà è non possedere almeno cinque magioni da arredare tutte in modo diverso, in base all'umore, come facevamo con la casa di Barbie.
La voglia è quella, soprattutto se si guardano riviste dedicate alla casa o Pinterest.
A me piace sostanzialmente uno stile pulito e minimale, ma comunque caldo e personalizzato, magari con ricordi personali sparsi risalenti a vecchi viaggi o ereditati dalla nonna e ogni volta che guardo nuovi stili sulle riviste mi viene voglia di buttare tutti i mobili e rifare la casa.
Sono volubile e ho la mente facilmente influenzabile, lo so, faccio così anche coi vestiti e mi salva solo il fatto di non avere soldi manco per piangere.
Ultima scoperta è lo stile Bohémienne o per dirla in termini fashion a noi consueti Boho Chic.
Difficile da spiegare cosa sia il Boho Chic in una casa, ma ricorrerò al mio solito metodo del mood folle.



SHARE:

Moda Mare H&M: bikini scalloped, stampe tropicali e prezzi umani

E' da qualche anno che H&M si becca il mio applauso a scena aperta sui bikini: vestono bene, hanno un ottimo prezzo e propongono delle fantasie e dei tagli molto carini.
Io sono fan del triangolo imbottito e dello slip coi laccetti che, a differenza di quello che si può pensare, segna ed evidenzia meno la larghezza dei fianchi (curriculum: ho avuto un negozio di costumi per cinque anni).
Avevo addocchiato sulle riviste il due pezzi rosa cipria con l'inserto decorativo in pizzo e doveva essere mio. Quando ho visto il prezzo non ci credevo: 10 euro in tutto.

SHARE:

16 mag 2016

Plumcake glassato ai pistacchi


I dolci con il pistacchio sono in assoluto i miei preferiti.
Potrei vivere di pasticciotti e cannoli chiusi con la granella di pistacchio e direi anche che si vede.
Questo plumcake coi pistacchi è facilissimo da fare ed è molto buono.

Occorre
SHARE:

Caro Diario Marziano: il futuro di Gloria e Rossana, nonostante tutto

Evidentemente io e Rossana abbiamo vissuto due infanzie molto diverse, con giocattoli, fiabe, cartoni animati e film diversi e con prospettive e sogni altrettanto diversi.
Voi pensate che poi si cresce e tutto cambia ma, come direbbero in un asilo milanese a caso, l'imprinting e il background sono qualcosa di basic e di definitive per la human people del tomorrow.


SHARE:

15 mag 2016

Happy Sunday


da Father and Son, 2013
«Non posso preoccuparmi per quelli che hanno deciso di mollare».
SHARE:

13 mag 2016

Sugli anni 90 e i Levi's 501

Dei Levi's 501 ho un chiaro e netto li ricordo: li portavamo tutti, li compravamo tutti nello stesso negozio di Luingeles ciao Wanda! ed erano scomodi come un tanga fatto di corda e foglie di palma.
Ma non importava, sopportavamo quel cavallo alto in silenzio per cinque lunghe ore sedute tra i banchi di scuola e non solo, ci stavano pure malissimo.
I 501 avevano il potere del trio: rendere il culo molle e basso, creare il pacco e far sembrare incinta anche una taglia 36.
Eppure ce ne fregavamo e li mettevamo tutte felici e convinte di essere nel giusto.
La storia si ripete.
Se lo scorso anno ce ne era già il sentore, quest'anno è una certezza: i 501 sono tornati, possibilmente vintage e modificati.
Ne ho circa 5 paia praticamente nuovi - erano indistruttibili - nell'armadio risalenti ai primi anni 90 e temo che presto potrei riprovare.

SHARE:

Cosa pensa veramente Chiara Ferragni quando non ha i capelli Pantene

Fumetti di Chiara never stop e il profilo Instagram dedicato vola verso i millemila fans. Più o meno.
Oggi abbiamo: i ricordi di Chiara al music festival della California, Chiara talentuosa che trova il lato moda in ogni cosa, lo sguardo provato dal mestiere di fashion blogger, Chiara che arrotonda in vista delle tasse da pagare, il festeggiamento di improbabili giornate nazionali americane, la sveglia quotidiana affrontata come un cavaliere della forza.


SHARE:

12 mag 2016

Peggio vestite della settimana e pettegolezzi

Oggi inizia il Festival di Cannes e con esso tutto il gaudio di guardarsi i Red Carpet, vestiti, scivoloni e pettegolezzi.
Intanto questa settimana ho raccolto una serie di immagini che si potrebbero utilizzare in un simposio dal titolo: "Cose che non si dovrebbero mai fare su un Red Carpet, ma nemmeno nella propria stanzetta al buio".

Leg statement jewelry
Questa roba - negli Usa la spacciano come super trendy - va bene solo per un Red Carpet di una principessa guerriera di un'altra galassia.


SHARE:

Girelle alla marmellata di arancia e cioccolato

Così come la mamma dei cretini è sempre incinta, anche il girone dei golosi è una garanzia: non saremo mai soli e potremo stringerci in un dolce abbraccio di calorie e di sbrodoloso cioccolato.
Il cioccolato fondente abbinato all'arancia poi è in grado di far camminare le papille gustative da sole. E fu così che provai a fare le girelline ripiene di marmellata di arancia e cioccolato a pezzetti e nonostante il pubblico me le abbia paragonate alla forma dei cervelli di scimmia, son riuscita a farci una sola foto perché sono sparite tutte dal piatto.
Per compensare i sensi di colpa ho sperimentato un impasto senza olio, né burro.

SHARE:

11 mag 2016

Le strane chiavi di ricerca che vi conducono a noi

Abbiamo appurato che su Marte esiste la vita, la pastasciutta e le melanzane fritte e tutte le volte che ci penso rido copiosamente perché penso a quei poveri disgraziati che, cercando informazioni scientifiche, googlano "Vita su Marte" e approdano qui.
Ciao amici, ci dispiace, ma se vi fermate un attimo vedete che poi piace anche a voi questo posto!
Ma la vera domanda quindi è: come arrivano i visitatori occasionali sul nostro pianeta?
Cosa cercano per giungere in queste morbide, folli e ingombranti terre?
Ho raccolto le chiavi che nell'ultimo mese mi hanno fatto ridere.


★Adidas superstar infermiere?
Dubbio assolutamente lecito e fondato, ma non fatevi problemi che ora la gente si mette la camicia al contrario.

SHARE:

Infusi, tisane e detox tea del cuore

Oggi vi stupirò con effetti speciali perché vi racconterò cosa bevo, anziché cosa mangio: praticamente un post che finisce nella categoria food ma privo di calorie, credetemi che la prima a essere stupita sono io.
Dovete sapere che la mia prima parola è stata acqua e ho sempre assecondato la primordialità: molto raramente bevo bibite gassate (e quando le bevo mi scatta il ricordo feste di compleanno delle elementari); anche i succhi di frutta li bevo poco perché quasi sempre ci aggiungono zuccheri inutili (e se devo ingerirli tanto vale aumentare il godimento con le paste di mandorla o i cannoli); le spremute, i centrifugati e i frullati quelli sì, love. Il caffè è la mia preghiera contro il mal di testa e vado pazza per il ginseng in tazza grande. La birra non la bevo ma ce l'ho sempre in casa per gli ospiti, il vino è una categoria a parte, è una sfida culturale con me stessa e lo bevo solo per imparare a riconoscere i sentori dei sommelier ubriachi.


SHARE:

10 mag 2016

Trend pazzi: la camicia allacciata al contrario

Fossimo su un magazine normale vi dovrei direi che questo trend di indossare la camicia al contrario è un modo per portare diversamente un capo iconico questa primavera.
Invero questa cosa mi ricorda quando ero piccola e mettevo le cose al contrario per fingere di avere la camicia di forza.
Dite che lo fanno anche loro per questo motivo?
Non trovo altre spiegazioni a questo disagio.
Comunque, se volete seguire la moda e spacciarvi per regine dello streetstyle folle e pazzo e fingervi le concettuali incomprese della moda, dovete: rubare la camicia al vostro ragazzo, farvela chiudere sulla schiena e trovare un buon motivo per giustificare tale folle operazione senza che lo stesso vi lasci per la vostra amica gattara, uscire di casa, vergognarvi e farvi fotografare davanti a qualche evento, installazione o sfilata.


SHARE:

Easy Chic: le borse intrecciate a mano di Palorosa

Fin da quando ero piccola ho sempre amato le borse intrecciate a mano, quelle di paglia, di rafia o di plastica. A prescindere dal materiale di cui sono fatte mi hanno sempre trasmesso quel fascino discreto delle cose semplici, tanto belle per il loro scopo quanto anche e soprattutto per la capacità di far pensare a tutta un'ambientazione di paesaggio, di momenti e di atmosfere.
Queste borse mi richiamavano alla mente il mare, la casa e la campagna. Le ho sempre pensate piene di morbide spugne, profumate creme e parei di chiffon, oppure anche ricolme di fiori di campo, di verdure appena raccolte o di una bella tovaglia a quadri per un rustico picnic.

SHARE:

09 mag 2016

Mezze maniche con melanzane e pesce spada

Qua si sente in modo prepotente la mancanza della Sicilia, mi pare evidente, visti gli ingredienti di questo piatto.
Occorre per due persone
250 grammi di melanzane 
150 grammi di pesce spada fresco
1 spicchio d'aglio
1 peperoncino
Olio d'oliva
Mezzo bicchiere di Marsala secco
Mentuccia fresca, se la trovate, in alternativa prezzemolo
170 grammi di pasta (ma pure di più dai!) di mezze maniche o busiate
Sale
Pepe



SHARE:

Extra Fashion: maggio, mese delle comunioni e la gente si veste così

L'altro giorno stavo guardando la mia timeline di Facebook, cosa che non faccio praticamente mai e ora mi sono ricordata il perché, quando ho visto le foto della comunione alla quale era andata una mia conoscente. (Basta chiamarli amici che mi vergogno).
Ora, cominciamo subito col distinguo: il matrimonio può avvenire sia con rito religioso, quindi in chiesa, che con rito civile, quindi in comune o in qualunque altro luogo non sacro. Ma le comunioni, le cresime e i battesimi no. Tutto ciò si svolge per forza in chiesa dove sarebbe indicato vestirsi. Non dico vestirsi bene, eh, dico solo vestirsi.
Tutte le chiese d'Italia ci hanno insegnato che se la carne in vista è troppa, ti devi mettere la mantellina di carta igienica e spenderci pure 2 euro per avere un outfit adeguato al luogo sacro.
Allora, qui sotto abbiamo Barbie Valeria Marini in una distesa di petali di rose rosse, piena di brillocchi e con sguardo seduzioni diamonds: vi assicuro che è casta e sobria in confronto a quello che ho visto.

SHARE:

08 mag 2016

Happy Sunday


da Nel paese delle creature selvagge, 2009
«Sai come dico io? Se hai un problema, mangiatelo!».
SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.