17 feb 2017

Beauty routine per avere una pelle bella e poter uscire struccate

Mi piace assai uscire truccata a modino dalle sopracciglia alle labbra e una volta lo facevo anche per andare a buttare il pattume nei bidoni sotto casa, finché un giorno ho cominciato a elencare le buone ragioni per le quali avrei potuto sgrossarmi dall'incombenza make up.

☺ La pelle respira
☺ Mi mostro (parola adatta!) per quello che sono
☺ Spendo meno in make up
☺ Faccio prima
☺ Mi sento più libera


IL SAPONE
Quando sono in viaggio non sto a portarmi pure il sapone altrimenti il mio beauty scoppia e in aeroporto non hanno l'adeguata comprensione; a casa invece sono solita usare random uno tra questi miei preferiti: Reve de Miel di Nuxe, la mousse alla calendula di Kiehl's o lo Spumone dell'Estetista Cinica; ho usato anche la saponetta nera ai carboni attivi (Ravenscourt Apothecary oppure Grandpa's Soap Co.).

LO SCRUB
La mia pelle dopo lo scrub è felice e luminosa come me ogni volta che mangio la pizza (la pizza vale come beauty routine?), Caudalie ne ha fatti di diversi tipi e io scialo con il gommage più delicato, lo faccio due-tre volte a settimana preferibilmente per il mento e i lati del naso e la pelle è liscia e levigata. In alternativa uso la spugnetta Konjac quando mi lavo il viso.

LA LOZIONE
Ecco, a questa magia invece non rinuncio nemmeno in viaggio, anche perché quella santa donna dell'Estetista Cinica ha fatto il formato travel size: la Luce Liquida è un portento per rimuovere qualunque impurità e affinare la grana della pelle. Più di un'amica ha risolto i suoi problemi di pelle usandola tutti i giorni, mattino e sera. Io la uso due volte al giorno se per caso mi trucco, altrimenti una volta sola mi basta.

LA CREMA IDRATANTE
Le mie creme idratanti variano in base alla stagione, non so come fate voi con una crema sola per tutto l'anno. Durante l'inverno la mia pelle si secca di più, per il freddo fuori casa e per il riscaldamento in casa: camino e stufa a legna saranno anche romantici ma prosciugano l'idratazione come delle bestie. Quindi il mio autunno inverno è costituito dalla Zero Stress dell'Estetista Cinica, che è una crema più nutriente; la mia primavera-estate invece si alleggerisce con la sua Zero Smog, oppure con l'accoppiata siero + fluido della linea verde Polyphenol C15 di Caudalie.



LA MASCHERA
Qui esce tutta la mia incostanza. La maschera sarebbe un'altra cosa da fare con abitudine, ricorrendo a tipi diversi a seconda della necessità. E invece.
Non ho costanza settimanale, però le mie maschere preferite sono: Shake your Skin, perché è in grado di ridarmi il colorito e l'aspetto sano anche se sono reduce dal recupero delle capre marocchine che si arrampicano sugli alberi di Argan; dura per 5 maschere, è un po' cara però per questo bisogna iscriversi alla Newsletter dell'Estetista Cinica che per fortuna mette spesso dei codici sconto.
Di Caudalie invece uso l'Instant Detox che si rimuove con l'acqua.
Quando voglio una botta immediata di idratazione uso la Dermask Water Hydra Solution del Dr. Jart.

A proposito di maschere... Ne faccio poche ma quando le faccio vado pure in tivvù.
Andate a 1 ora e 24 del video di Detto Fatto per gustarvi l'Etstetista Cinica che mi mette il cellophane in faccia!






Ça va sans dire che da giugno in poi, con un po' di colorito del sole, è tutto più facile e più bello, ma se osservo scrupolosamente quanto sopra, il mio incarnato si fa più luminoso e più omogeneo rispetto al rosa maiale chiazzato che tenderebbe a divenire in tutta la sua spontanea incuria e così posso uscire di casa senza fondotinta e senza bb cream. Metto un po' di matita nera dentro l'occhio e il burrocacao.
Se proprio butta male aggiungo un po' di correttore (e questo di Nars è il mio amico fedele).

E liberaci dal trucco, amen.


SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.