15 feb 2017

Beauty trend: ho provato la famosa black mask

C'è un video su Twitter che è stato retwittato mille volte dove si vede la famosa black mask in azione sul naso di una ragazza coreana.
Ormai lo sapete, è tutto beauty coreano, creme nere, carbone vegetale e via discorrendo.
L'ho guardato a bocca aperta almeno 15 volte con un misto di stupore e disgusto nel vedere come "strappasse" tutti quei punti neri.
Non riuscivo a smettere, come una puntata di Malattie Imbarazzanti.
Già alla seconda visione era chiaro che dovevo avere quella maschera miracolosa che strappava ogni imperfezione dal viso dopo pochi minuti liberando i pori da ogni male.
Alla terza visione ero su Amazon a comprarla.


Quando è arrivato il corriere ero tutta emozionata come se avessi tra le mani il Sacro Graal della bellezza.
Sono corsa a fare un bagno di vapore come un catino e un asciugamano, gli stessi strumenti che nella Casa della Prateria usavano per far partorire una donna, e ho applicato tremante la famosa mistura nera.
La maschera è una specie di gel nero come la pece di consistenza collosa.
Ignoro cosa ci sia dentro perché al momento non conosco il coreano.
Le recensioni dicono sia molto meglio dei cerotti perché, essendo in crema, può essere adattato al meglio su qualsiasi parte del viso.
La maschera va lasciata circa 15 minuti finché non sarà secca.
Fatto tutto questo attendevo con ansia il momento dello strappo per vedere anche io i risultati mirabolanti che c'erano in quel video.
Ho strappato e NULLA.
Forse due peletti che per pena hanno deciso di sparire dalla mia pelle e farsi ritrovare su quella striscia di catrame nera.
Forse.
Per il resto non è scomparso alcun punto nero dal mio naso e ho usato il vecchio ovetto di TonyMoly e i classici cerottini.
Mi duole quindi dirvi che la famosa maschera che sta spopolando nella nostra Galassia non fa assolutamente una mazza.
Costa poco, ma investite quei soldi in caramelle gommose colorate che sarete più felici.
Insomma, una delusione al pari di quando vedevo la pubblicità del saccottino Mulino Bianco e me lo immaginano gigante e colmo di marmellata.
E invece.

SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.