30 set 2017

Trend: stivali kitten heels


Sono abbastanza vecchia per ricordarmi di aver giù avuto degli stivaletti e degli stivali di questo tipo.
Probabilmente usavo ancora le lire e facevo gli squilli a quello che mi piaceva, ma sono certa di aver portato queste scarpe con il massimo orgoglio che solo la sensazione di essere nel giusto con la moda sa darti.
Come del resto sono certa di averle viste a molte donne negli anni 80.
La verità è che queste sono le scarpe perfette perché riescono a slanciare la gamba e a regalare quella minima sensazione di illusione di avere dei tacchi alti senza dover sopportare le pene dell'inferno.
Lo sappiamo tutte che superati determinati cm di tacchi, dopo un'oretta in cui ce la sentiamo calda, parte il contrappasso dantesco e atroci sofferenze che poche altre cose sanno regalare.
La regola per questi stivaletti è semplice: a punta, in materiale elasticizzato e tacco kitten da nonna.
Chiaramente da Zara si trovano facilmente.
SHARE:

29 set 2017

Cesti in paglia per la casa: dove trovarli

Quest’anno sicuramente è stato l’anno del vimini e della paglia, sia con le borse e i secchielli, sia nell’arredo di casa con cesti, cestini e contenitori.
Il cesto più visto sui cataloghi e le riviste del settore è sicuramente quello di Ikea, ma ovviamente questo trend è poi esploso e le alternative si sono moltiplicate come funghi chiodini nei primi di ottobre.
Il cestino in paglia è perfetto per organizzare le cose in casa, per decorazione, come porta piante, fiori, asciugamani in bagno etc,  sicuramente sono ottimi anche per noi disordinati per imboscare giornali o altre scemate che abbiamo in giro. 



SHARE:

28 set 2017

Gaga: Five Foot Two su Netflix

I documentari Netflix riservano sempre immense gioie per come sono realizzati e per quello che raccontano.
Anche queste mese ci sono state molte novità sul sito e la cosa migliore caricata è stata sicuramente il documentario su Lady Gaga.
L'ho visto un po' con la morte nel cuore perché lei è stata ricoverata alla vigilia del Rock in Rio per forti dolori, poi è stata costretta ad annullare l'intero tour in programma, il tutto  dopo aver fatto sapere al mondo di soffrire di fibromialgia.
Il documentario si chiama “Gaga: Five Foot Two” e racconta da  vicino un anno della vita di Lady Gaga: la sua vita casalinga, gli studi di registrazione, il suo lavoro, i suoi pensieri, la sua malattia e la sua fragilità.

SHARE:

Zucchine gratinate al forno super veloci

Ognuno ha i suoi piccoli e innocenti peccati da confessare, uno dei miei è sicuramente quello di consumare zucchine tutto l'anno, a prescindere dalla stagione, ma avevo fatto già un piccolo sondaggio sui social e so di essere in buona e nutrita compagnia. W le verdure.
Qui la situazione si fa gustosa perché le zucchine acquistano più sapore e il procedimento è davvero super veloce e facile.
Dopo aver provato diverse combinazioni di "panatura" vi consiglio di utilizzare un pangrattato dalla grana più grossa, al supermercato si trova, oppure potete grattugiare voi del pane rustico raffermo avendo l'accortezza di non farlo finissimo.

SHARE:

27 set 2017

Book Shopping: 8 libri da leggere

Nuovo appuntamento con la piccola biblioteca marziana.
Tra le proposte di questo mese: fotografie, luoghi insoliti, ricette vegetariane e vita vera.
Ed emozioni, tante emozioni.

SHARE:

26 set 2017

Moda e terapia di gruppo: gli stivali cadenti da odiare tutte insieme

C'era una volta il 10 agosto, le stelle cadenti e tutto lo sciorinamento dei desideri che non si sono mai realizzati.
E infatti c'erano una volta i nostri polpacci grossi come i tacchini del Ringraziamento e ci sono ancora.
Perché urge rendere noto che:
☆ le stelle cadenti ci sono tutte le notti
☆ i desideri non si avverano quasi mai
☆ i polpacci grossi accompagnano fedeli fino all'eterno riposo
Amen.

Questa moda degli slouch boots - stivali cadenti - è evidentemente dedicata alle magre coi polpacci fini, ovvero a quelle creature extraterrestri che ci è capitato di avvistare nei negozi di scarpe, proprio mentre noi stavamo chiamando il carroattrezzi per cercare di infilare un paio di stivali.
Cioè, noi con le imbracature e i sistemi tiranti da cantiere e loro con uno sprezzante mi va largo.
Largoooooo??? Lo stivaleeeeee???
Esattamente come uscire a cena con Michael Fassbender: emozioni mai provate.


SHARE:

25 set 2017

Torta di yogurt e prugne senza burro


Stagione di fichi e di prugne.
Questa torta alle prugne e yogurt è perfetta per la colazione e per la merenda con un bel caffè bollente.
Attenzione, attenzione: non ha burro!
Occorre:

300 gr di farina
130 gr di zucchero
Scorza di un limone
130 ml di olio di semi 
3 uova
250 gr di yogurt 
1 bustina di lievito
3 prugne mature

SHARE:

Non si può neanche più dire vita da cani

Ormai lo sappiamo che gli animali sono messi meglio di noi umani: calano le vendite dei croccantini sottomarca, vanno dal parrucchiere più di noi e niente ansie sull'età pensionabile.
E chi li ammazza a quelli.
Metaforicamente parlando eh, che sotto casa ci devono citofonare solo i corrieri di Amazon, i centopercentoanimalisti possono stare tranquilli che noi amiamo la fauna tutta: chiamiamo la protezione civile quando troviamo i cerbiatti nella galleria di Laveno Mombello e la nostra ambizione è quella di passare i pomeriggi sul divano ad accarezzare un gatto persiano peloso.

SHARE:

24 set 2017

Happy Sunday #buonadomenica


da Black Mass - L'ultimo gangster, 2015
«Le parole sono d'argento e il silenzio è d'oro!»
SHARE:

23 set 2017

Autunno 2017: cinque colori per rinnovare la casa

Il sabato è fatto per farsi le maschere, la manicure e per andare da Ikea a guardare mobili e idee per rivoluzionare, per l'ennesima volta, l'arredamento di casa.
Questa cosa mi prende in modo sempre molto prepotente con l'avvinarsi dell'autunno perché prevedo di passare l'inverno in modalità letargo orso polare.
Ne segue che impazzisco e: inizio a pensare di fare una parete blu balena, compro tappeti pelosi, inneggio i principi dell'hygge e piazzo candele anche in bagno.
Il primo colore con cui ribalterei la casa è il rosa cipria terracotta.
Non rosa baby, non rosa confetto, ma proprio un cipria polveroso molto caldo perfetto per materiali come il velluto, suede e per tappetti ed orpelli.


SHARE:

22 set 2017

Cos: collezione autunno-inverno 2017

In un mare di trend, nuove mode, ricami e balocchi, Cos è il mio porto felice perché sostanzialmente se ne frega di tutto, incurante di ogni stagione, e propone sempre rassicuranti collezioni con abiti essenziali, fluidi, con zero trame grafiche, colori accesi e fronzoli.
Sostanzialmente è rassicurante come una stanza arredata coi principi dell’Hygge nordico e regala sempre gioie per chiunque ami quei bei vestiti informi da coreana dedita al minimalismo, da ricca ninja asiatica,  probabilmente bandita da ogni maschio eterosessuale della Galassia.
Ma ce freghiamo altamente dell’opinione dei maschi e anche quest’anno mi comprerei mezzo negozio, in particolare amo i cappotti oversized lunghi, ma anche gli abiti a campana e ad A che sono l’ideale quando siete diversamente magre e particolarmente tonde come me.


SHARE:

21 set 2017

Trend: il blazer lungo ed oversized

Iniziano ad arrivare prepotenti i primi desideri per questo autunno e, in cima alla lista, c'è sicuramente il blazer lungo, richiamo della fine degli anni 80 e primi anni 90 quando lo indossavano attrici e supermodel.
Io ho una specie di feticcio per le supermodel degli anni 90, per Naomi, la Turlington, le spalline e Gianni Versace e quindi sposo con gioia qualsiasi ritorno o richiamo dell'epoca.
I blazer all'epoca erano perfetti: lunghi, vagamente maschili con un taglio oversized,  spesso doppio petto e con spalle importanti.
Una roba che buttata sopra ad una camicia bianca e dei bei capelli vi pare di essere Cindy Crawford in  Versace su un numero di Vogue del 1992.
Nulla a che vedere, fortunatamente, con la disgrazia dei primi duemila, delle giacche skinny e corte.
Quest'anno c'è il suo prepotente ritorno e chiaramente chi sono io per esserne immune?
Balenciaga, Stella McCartney e Wang ne hanno fatto di stupendi, altrimenti si trova facilmente anche da mamma Zara.



SHARE:

Tartellette di pere con crema frangipane

Nell'olimpo dei miei sapori preferiti c'è senz'altro la crema frangipane, morbida e mandorlata che verrebbe voglia di mangiarla a cucchiai per tutto il resto dell'eternità.
E invece meglio contenere le calorie e ridurre i sensi di colpa abbinandoci la frutta. Ahah, che illusa.
Questa ricetta gioca sui contrasti di consistenze tra la polposità delle pere, la morbidezza della crema e la croccantezza della pasta fillo (si può anche usare la più comune pasta sfoglia).

SHARE:

20 set 2017

Collaborazioni moda: JW Anderson per Uniqlo

Uniqlo è uno dei nostri brand del cuore che apprezziamo per il suo stile semplice, i capi basici, le tinte unite classiche e i prezzi onesti.
Non vediamo l'ora che apra in Italia, la città eletta è Milano e non si capisce se dovremo aspettare fino al 2019 o se ce la faranno nel 2018. Preghiamo.
Nel frattempo però c'è lo shop online ed è già una gran cosa.

Ogni anno Uniqlo propone dei capi interessanti, frutto di collaborazioni con altri stilisti, designer o cultori della moda: lo scorso inverno avevo acquistato un maglioncino grigio in misto cachemire con i rombi verde e senape, frutto della collaborazione con Inès de la Fressange: davvero meraviglioso, la fantasia e il taglio classico ma soprattutto il tessuto che si è mantenuto bene anche dopo i lavaggi.


SHARE:

19 set 2017

Fantasie di moda: una zebra a pois

Tra i vari revival del vintage e delle fantasie in voga nel passato ci sono i pois, che più volte abbiamo visto quest'estate sui vari vestitini svolazzanti e camicette semi trasparenti ma che forse non avremmo pensato di rincontrare nelle proposte di questo autunno e della mezza stagione. E invece.
Zara comanda color... come al solito la nostra catena modaiola del cuore ci butta come seguge (Google è impreparato su più segugi femmina e non mi ha aiutata sull'amletico dubbio: con la i o senza i?) a stalkare - scusa Sgarbi ma investigare mi pareva troppo debole - un po' di regine e di marchi del fashion in giro per la giga piazza del web.


SHARE:

18 set 2017

Gnocchi all'acqua con pesto di erbe e noci



Gli gnocchi all'acqua sono una ricetta davvero semplice, veloce e di certa riuscita.
Basta avere acqua, farina e un pollice opponibile.
Non serve altro.
Io ho scelto di condirli facendo un pesto di erbe aromatiche, rucola, pecorino e noci, ma ovviamente il condimento è a vostro gusto.

Occorre ( per quattro persone)
700 grammi di farina
700 ml di acqua
1 pizzico di sale

SHARE:

Beauty Disaster: racconto imbranato di chi non sapeva usare una piastra per capelli

All'ennesimo momento in cui son qui a raccontarvi il mio impedimento cosmico, teorizzo quanto alla fine sia più divertente raccontare gli insuccessi rispetto ai successi.
Certamente il mondo non è dei modesti, però è anche vero che quelli che passano le giornate a riempire i social di millantate prodezze qualche perplessità e sfrangimento di maroni li regalano, anche perché poi, oltre ai contratti chiusi, ai soldi incassati e alle valigie sempre pronte per partire, hanno la deformazione deformante di considerare prodezze senza pari l'impiattamento di un uovo al tegamino col tuorlo integro e la tazza del water centrata col loro scarto renale.
Ma vogliono l'applauso???

Ecco, se fossi comare di uno di questi soggettoni, per il presente post avrei potuto considerare uno di questi umili titoli:
♛ Come andare a comandare con la piastra per i capelli
♛ Io e la piastra per capelli: ecco perché mi chiamano Jean Louis David
♛ I miei capelli? sono più forti dei danni
♛ I cinque teoremi sulla piastra per capelli che Pitagora non vi ha mai spiegato
♛ Ve la faccio io la piega. E la Cina non avrà più futuro in Italia

E invece no.
Andiamo in ordine cronologico.


SHARE:

17 set 2017

Happy Sunday #buonadomenica


da C'eravamo tanti amati, 1974
«Spaghetto, gran consolatore d'ogni pena. Pure dell'amore. Specie quando l'amore non ci sta».
SHARE:

16 set 2017

Cosa fare a Milano questo Week-End

Milano è una citta di progresso e civiltà perché offre sempre cose utili al mondo come nuovi posti dove mangiare, negozi, luoghi instagrammabili e cose da fare.
Siamo quindi qui per fare servizio sociale e salvarvi dall'ozio del divano di un week end che si prospetta di pioggia.
Se c'è una cosa che a Milano non manca mai, sono i mercatini del week end.

EAST MARKET 



SHARE:

15 set 2017

KIKO Asian Touch: make up asiatico essenziale

Qualsiasi cosa riguardi il beauty o la skincare coreana, o in generale asiatica, è per me fonte di felicità perché mi dà sempre l'idea di un prodotto puro, minimale ed essenziale.
Tipo l'acqua gelida dell'oceano che io prediligo a quella calda perché mi regala la pregevole sensazione di pulizia.
Le collezioni di Kiko di solito non mi mandano in brodo di giuggiole perché di norma le trovo: troppo colorate, troppo shimmer, troppo.
Invece questa volta con la collezione Asian Touch hanno fatto breccia nel mio cuore essenziale e minimalista.
E' la quinta limited edition per i 20 anni del brand ed è firmata Isa Arfen sempre in collaborazione con gli stilisti emergenti selezionati da Vogue Talents.



SHARE:

14 set 2017

iPhone 8, 8Plus e iPhone X: tutto quello che c’è da sapere

La questione suona quasi epica e fantasy a raccontarla perché l'altro giorno, nel nuovo Steve Jobs Theater, all’interno del nuovo quartier generale Apple Park, nel regno degli Alti Elfi Silvani mangiatori di mele sono stati presentati i nuovi Iphone.
Cosa che ha calamitato l'attenzione del pubblico mondiale come nemmeno l'arrivo di un meteorite delle dimensioni dell'Arkansas potrebbe fare.
Potremmo quindi discorrere su come le nostre menti siano deboli, poco empatiche e volte al bieco desiderio materiale, ma chi siamo noi per opporci al bieco consumismo?
Nessuno, ecco.


Cominciamo dalla cosa più desiderabile e pertanto più costosa: iPhone X
SHARE:

Teglia di patate, pomodori e cipolle al forno

Le verdure cotte al forno mi piacciono talmente tanto che subisco volentieri il livello di pazienza tibetano che fa il mandala con la sabbia pur di ottenere la teglia saporita che vedete nella foto.
Ci vuole un po' di pazienza per alternare le fette di verdura ma per me è un momento in cui svuoto la mente e mi rilasso, magari con un po' di musica o di tv trash in sottofondo. Provare per credere e poi mangiare.
Solitamente uso questo piatto come contorno da abbinare a carne o pesce ma può diventare un buon piatto unico vegetariano aggiungendo delle fette di formaggio tipo scamorza affumicata.
Si può anche ricoprire il tutto con parmigiano o pecorino grattugiato. Fame.

Attenzione: non ho riportato le quantità di verdure perché molto dipende dalla loro dimensione e da quanti commensali volete soddisfare. Per la teglia in foto (23cm di diametro) ho usato 3 patate medio-grandi, 2 pomodori grandi e quasi tutta 1 cipolla e ho ottenuto 3 porzioni generose o 4 scarse.

SHARE:

13 set 2017

Moda calda: i giacconi da orsacchiotto della buonanotte

Lo scorso inverno, a saldi inoltrati, mi era balenato lo sfizio d'acquistare una giacca con cerniera in tessuto pecoreccio o da teddy bear: sarebbe stata perfetta per scaldare quei momenti da boscaiola della Valtravaglia che vivo quando vado a cercare le foglie colorate e i ricci delle castagne da usare nelle foto delle ricette o per le sagre locali che nel menù prevedono l'abbinata qualunque cosa + polenta.
Sarebbe stata lunga fino ai fianchi, non troppo oversize e tra l'avorio pecoreccio e il marroncino orsacchiotto peluche sarei stata molto indecisa.
Con dei bei jeans e un paio di Hunter (che tanto non mi salgono sul polpaccio) avrebbe fatto molto american girl from Wyoming.

SHARE:

12 set 2017

Shopping collage nel colore Butterum

I colori moda proposti per la prossima stagione e riassunti dalla palette di Pantone mi hanno subito messo gli occhi a cuoricino e, considerandoli esclusivamente dal punto di vista moda e beauty, su dieci colori me ne piacciono almeno sette.
Lascerei nel cassetto solo i verdi: amo moltissimo questo colore ma in tutt'altre sfumature, lo Shaded Spruce mi riporta indietro di una dozzina d'anni, quando Stefanel, Sisley e Benetton ci saturarono la vista con questa nuance. Ora lo apprezzo molto nell'arredamento e nei suoi complementi in accostamento all'oro e al velluto.Il Golden Lime non può aver senso nella moda autunno-inverno se non per esaltare quel colorito pre-mortem che riusciamo a contrastare coi pizzicotti che ci riattivano la circolazione o col nostro adorato orgasm blush di Nars.
Non mi convince nemmeno nell'home decor, ma quest'anno si erano sbilanciati col colore dell'anno Greenery e dovevano far cadere anche una mela autunnale vicino a questo albero sbagliato.

La selezione del giorno è dedicata al Butterum e dintorni, una tinta neutra, dolcemente biscottata, che ben si abbina a molti altri colori basici conferendo uno stile raffinato, discreto ed elegante.


SHARE:

11 set 2017

Crostata alle noci con fichi e mascarpone


Chiudetevi gli occhi quando guardate le dosi di questa ricetta e non pensate alle calorie perché molto banalmente è buona e goduriosa in modo inenarrabile.
Sostanzialmente è anche molto facile da realizzare perché le uniche difficoltà tecniche sono fare la frolla e montare la crema.
Per la scocca di frolla
Occorre

100 grammi di noci
150 grammi di farina 00
2 tuorli
150 grammi di zucchero a velo
120 grammi di burro
1 pizzico di sale

Per la crema
SHARE:

Piccolo dizionario di cucina dello Chef Ruffi

Spesso il lunedì mattina marziano è dedicato ad argomenti, personaggi e fatti che sarebbe meglio non esistessero davvero ma di cui il genere umano è avido di conoscenza: anche oggi il trash sarà con noi.
L'Italia può vantare un nuovo fenomeno che si sta facendo strada nella grande cucina italiana.
Bottura, Cracco, Romito, Crippa, tremate: è arrivato lo Chef Ruffi.

Il mio magico incontro virtuale è avvenuto grazie a un video in cui lo Chef Ruffi in 4 minuti e 55 secondi prepara un piatto di pasta e fagioli. Parte con l'elenco degli ingredienti tra i quali, con entusiasmo convinto, vanta l'uso di: grasso animale, dado, glutammato e panna.
Ho capito subito che doveva trattarsi di una cucina sana, leggera e vegetariana, perciò dovevo addentrarmi meglio nel suo sapere e carpire ogni segreto del suo successo.
Ecco cosa ho scoperto.

SHARE:

10 set 2017

Happy Sunday #buonadomenica


da In good company, 2004
«Sembri agitato Carter, sei passato dall'espresso al crack?».
SHARE:

9 set 2017

IKEA X HAY: le prime foto della collezione

Il design mi lascia sempre un attimino perplessa, cosa che mi succede anche con alcuni gruppi indie che ascolto: non so mai se considerare i loro testi geniali o puro dadaismo.
Sono sempre in quel limbo lì, dove non mi arriva un messaggio univoco forte e chiaro, ma ho sempre mille dubbi.

Avrò sprecato il mio 2010 ascoltando Vasco Brondi e ritenendolo un genio?
Ma non è che Acne ci sta trollando tutti?
E Vitra con le sue poltrone? Eh?

Non so dove stia la verità, ma non sviluppare nessun tipo di pensiero critico troppo profondo in questo campo perché non voglio finire come quelli che dicono "il mio falegname con dieci euro lo fa meglio".
Banalmente, se mi piace e posso, lo compro.
In questo caso trattasi di minimal e quindi rientra nella categoria.
Quindi è con gioia che vi annuncio che Ikea ha iniziato una collaborazione con Hay, brand scandinavo di design noto per le linee essenziali, da nevrotica come piace a me, e per la famosa mano in legno che mezzo instagram ha avuto.
Saranno rivisitati molti pezzi noti di Ikea con il gusto di Hay mantenendo i prezzi popolari del colosso del mobile.
La collezione dovrebbe rimanere nei negozi per almeno un anno a partire da ottobre.






SHARE:

8 set 2017

Letture estive e consigli letterari non richiesti

Le mie letture hanno una bipolarità imbarazzante perché passo agevolmente da polpettoni  russi di secoli dimenticati ai fumetti dei supereroi, il tutto senza alcuna vergogna.
In questi sono riuscita, non so nemmeno io come, a ritagliare un po' di tempo sparso e di concentrazione per leggere qualche romanzo.
Il primo della lista, quello che mi ha stupito di più e che ha smosso il mio più grande entusiasmo è stata L'Arminuta di Donatella Di Pietrantonio.
La storia è ambientata in Abruzzo e la protagonista è una ragazzina di tredici anni riportata (Arminuta significa proprio “la ritornata”) improvvisamente ai suoi genitori biologici.
Ero in totale letargo emozionale da lettura da tanti mesi e questo romanzo mi ha fatto sostanzialmente gridare al miracolo per quanto è bello e pieno di grazia.

“Oggi davvero ignoro che luogo sia una madre. 
Mi manca come può mancare la salute, un riparo, una certezza. 
È un vuoto persistente, che conosco ma non supero. 
Gira la testa a guardarci dentro. 
Un paesaggio desolato che di notte toglie il sonno e fabbrica incubi nel poco che lascia.
 La sola madre che non ho mai perduto è quella delle mie paure.” 




SHARE:

7 set 2017

Mostra del Cinema di Venezia 2017: tutti i look sul red carpet

In questi giorni ho passato in rassegna tutte le foto del red carpet di Venezia e il risultato è stato talmente alienante che sono finita sul sito di Luisa Beccaria  per valutare l'acquisto di un abito da serahahaah.
Abito in cui probabilmente il mio culo, satellite del mio corpo con una propria orbita e atmosfera, giammai ci entrerebbe, ma soprattutto un abito di Luisa Beccaria per andare all'Esselunga a prendere il pecorino mi pare eccessivo.
Detto questo, non ci resta che guardare come erano vestite le altre, da brave comari pettegole.
Snoccioliamo subito la questione principale della settimana: Chiara.
Sostanzialmente lei era un dea su quel tappeto rosso: bellissima, vestito perfetto, trucco anche e chi la critica ha evidentemente dei problemi perché c'è solo del merito nel passare da Diavoletta87 a red carpet con parure di Bulgari.
Provateci voi.
Sul discorso della pancia sospetta, ho solo da dire che io dopo due etti di carbonara sembro incinta di sei mesi.


SHARE:

Torta alle mele e frutta secca caramellata

Nel mio giardino c'è un melo che quest'anno ha praticamente deciso di soddisfare tutto il fabbisogno della Lombardia: una pioggia di mele talmente invitanti che api e bruchi si sono invitati da soli a banchettare senza nemmeno avere uno straccio di pass o di free drink.
Difficile trovare una mela che non fosse stata aggredita da altri esseri mangianti prima di noi ed ecco che il raccolto in massa si è fatto doveroso e di conseguenza anche la produzione di dolci, ovvero il modo migliore per mangiare la frutta.

Tra le varie ricette più che collaudate e che trovate qui su Marte come la torta di mele classica e lo strudel, ne ho provata una nuova composta da tre strati che è subito entrata a far parte del super archivio di ricette con le mele.


SHARE:

6 set 2017

Back to School shopping list: cose utili per ricominciare la scuola e il lavoro

Nonostante il sentimento popolare, settembre è il mio mese preferito: mi ha dato i natali, mi sono sposata, è nato anche Vita su Marte (e qui potete ripercorrere il post della sua genesi, ormai ben più di duemila articoli fa!).
Il sole è più tiepido, la luce bellissima e stanno per arrivare cose buone come i funghi e le castagne.
Settembre è anche quel mese in cui, dopo le meravigliose vacanze, tutto ricomincia, quindi vien spontanea l'equazione azzeramento delle gioie ma io rimango del pensiero che sia molto peggio gennaio: finite le vacanze di Natale, lontani dalla pausa pasquale e da quella estiva, a gennaio ci si sobbarca pure un'inutile lista di aspettative e promesse che... Che punto.

Gennaio batte l'ansia di settembre 10 a 1, in ogni caso è doveroso prevenire l'eventuale carico di stress con lo shopping-esorcismo: è doveroso affrontare questi primi giorni del mese con qualche idea per sollevare lo spirito e iniziare con la giusta carica e il perfetto corredino.


SHARE:

5 set 2017

Fashion Trend Alert: gli occhiali da diva gattona

Questo è il famoso fieno da mettere in cascina, quegli appunti da prendere in vista del futuro perché avere la conoscenza prima del tempo può esser cosa tattica e mirabile.
Verrà il giorno in cui vi diremo ve l'avevamo detto e vi riporteremo alla memoria questo post e quest'altro che ha scritto Rossana prima di scappare a bere acqua di cocco a Cuba.


Sapete che mi piace sempre invitarvi ad andare a rubare a casa dei parenti e anche in questo caso potrebbe essere una buona idea.
Più indizi costituiscono una prova e il mio album occhiali da diva gattona è diventato così pregno da allertare tutta la comunità fashion. Se ne son già visti parecchi ma prossimamente ne saremo invasi: occhiali con la montatura in plastica, dalla forma ovaleggiante, allungata e/o appuntita a cat eye.

SHARE:

4 set 2017

Quiche al timo e pomodoro


Vi avviso, per fare questa quiche è necessario preparare la pasta brisé perché il timo va messo sminuzzato nell'impasto per insaporirlo.
Se pensate di non esserne in grado, se prevedete disastri culinari, compratela.
Non lo diremo a nessuno.
Comunque è molto facile da fare.

SHARE:

Gossip e trash senza fine: cose che ho imparato durante l'estate

Mamma mia che scuola di vita quest'estate: uno non si può rilassare un attimo che viene bombardato da fatti, argomenti e disagi che strappano la mente dal vuoto assoluto in cui ci si vorrebbe calare per l'eternità.
Son stata costretta a prendere appunti e a elencare assiomi persino dal Lido di Jesolo. Non posso crogiolarmi nell'egoismo, sento che anche Socrate vorrebbe che io diffonda il sapere.

SHARE:

3 set 2017

Happy Sunday #buonadomenica


da Ghost dog - Il codice del samurai, 1999
«Secondo gli antichi, una decisione andrebbe presa nello spazio di sette respiri. È necessario essere determinati e avere il coraggio di gettarsi al di là dello steccato».
SHARE:

2 set 2017

The Defenders: la prima stagione su Netflix

I supereroi sono sempre fonte di felicità pura ed ingiustificata malgrado gli evidenti scivoloni presenti in molti Marvel, ma è totalmente impossibile non amare Tony Stark anche quando gli va in corto il cervello e libera Ultron nell’etere in un momento di egomania.
E’ quindi con gioia e trepidazione che ho guardato tutto The Defenders su Netflix con le aspettative di un cucciolo di labrador che attende il ritorno del padrone a casa all’ora di cena.

Le serie tv sono oggettivamente la cosa migliore per svoltare serenamente la fine delle ferie e dell’estate.
SHARE:

1 set 2017

Vans by Karl Lagerfeld: le prime foto della collezione

Settembre è il mese dei buoni propositi nuovi, dell'iscrizione in palestra e dei vestiti nuovi e infatti siamo invasi da nuove collezioni e nuove collaborazioni.
Dopo Erdem per H&M, un'altra collezione interessante è quella tra Karl Lagerfeld  e Vans con ben sei modelli di scarpe rivisitate, tra cui le slip on classiche, le Sk8-Hi e le Old Skool.
In mezzo vestiti,  tshirt e felpe col profilo assolutamente inconfondibile di Lagerfeld stampato sopra.


SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.