21 ott 2017

Consigli letterari non richiesti: libri di cucina


Il sabato è la giornata perfetta per dedicarsi alle cose importanti: pulizie, maschere viso e cucina.
Rispetto ai libri di cucina che aveva mia nonna o mia mamma, quelli attuali sono tutti bellissimi, con grafiche curatissime e fotografie spaziali.
Niente a che vedere con il ricettario di Lisa Biondi.
Il primo tra i miei consigli non richiesti è il libro della mia amica Petunia Ollister.
Si chiama Colazioni d'Autore e riprende il suo famoso format delle #bookbreakfast su Instagram con l'aggiunta delle ricette.
Controllare il suo ultimo #BookBreakfast e leggere la citazione dal libro del giorno è una delle mie cose preferite.
Ho scoperto tanti libri grazie a lei.


Abbiamo poi Csaba che molti conosceranno grazie alla tv.
Potrà sembrare un pochino snob, troppo ricercata e forse bacchettona, ma onestamente credo abbia tantissimo buon gusto e propone sempre ricette di base classica, ma attuali.
I suoi libri poi sono sempre bellissimi e super curati.
Il suo ultimo libro si chiama Honestly food, contiene 100 ricette, ed è una guida su come trasformare ciò che mangiamo in qualcosa che può farci davvero bene.



Per gli amanti del cibo crudo e vegan, segnalo invece Rawlicious! che è un libro di ricette di dolci al cucchiaio senza derivati animali e senza farine.
Ci sono tantissime proposte interessanti e si possono imparare tante cose nuove su questo tipo di cucina.
Anche qui, le foto sono stupende.


Kinfolk è una rivista indipendente trimestrale di lifestyle che è una sorta di bibbia di ispirazione, stile, ed armonia.
Non si trova dal giornalaio, ma va ordinata online.
Io la prendo abitualmente su Amazon e non me ne faccio sfuggire un numero.
Il valore aggiunto è che è un sacco instagrammabile e sta bene in soggiorno.
Kinfolk ha anche un fantastico libro di ricette, Kinfolk Table, che raccoglie 85 ricette da creativi di tutto il mondo.



SHARE:
© 2013-17 Vita su Marte. All rights reserved.