16 gen 2018

Dove comprare maglioni di lana e di buoni filati

La delusione è sempre la stessa: maglioni invernali apparentemente morbidi e pelusciosi che, anziché svelarsi in una carezza d'angelo, sarebbero perfetti per raspare gli zoccoli dei cavalli e tutti i calli provocati dalle Louboutin.
Ma di cosa sono fatti i maglioni? E dove si comprano quelli buoni?


Ogni volta che affronto l'argomento maglioni di lana e dove trovarli non posso fare a meno di pensare ai cardigan di lana rasata che mi ha regalato mia nonna (erano proprio suoi, maglioni che risalgono agli anni sessanta!) che sono di una qualità imbarazzante, posso lavarli in lavatrice a 40 gradi senza temere che si rovinino e prima o poi abdicheranno dal mio armadio solo perché il tessuto si farà trasparente da tanto che sarà stato usato.
Oggigiorno è difficile trovare una qualità simile ad un prezzo umano e spesso la lavorazione del filato richiede lavaggi molto delicati, pena la magica trasformazione del maglione in una simpatica taglia bebè. ✓ Fafffatto.


Dopo queste considerazioni, è ovvio riservare una bella fetta d'amore per tutti quei maglioni che di lana ne vedono ben poca ma che sono costituiti da un mix egregio di filati dal costo basso e dal lavaggio facile. Per assicurarsi una scelta felice non c'è consiglio che tenga, serve la propria mano e la propria sensibilità; vanno toccati, accarezzati e leggermente strofinati sul braccio: se sono piacevoli e non ci infastidiscono, via libera all'acquisto felice e all'altrettanto felice lavaggio.




I tipi di lana


Discorso a parte quando si desidera un maglione in pura lana, in lana merino (la pecora merino ha la lana più sottile delle altre), in cashmere (pelo di capra) o in lana di Alpaca (tre volte più resistente, sette volte più calda e molto più morbida della lana di pecora comune).

A seconda delle percentuali di tessuto può decisamente cambiare il prezzo e il lavaggio, non necessariamente la soddisfazione di morbidezza che invece può rimanere alta anche se le componenti di lana pregiata sono basse. Recentemente ho comprato al mercato una maxi sciarpa molto morbida e invitante sulla quale troneggiava la scritta cachemire, l'etichetta ne dichiarava solo 10%, eppure era sufficiente per appagare appieno l'effetto morbidezza.
Ditemi se non è vero: ogni inverno giuriamo sulle baby alpache che non compreremo più i maglioni di spugna abrasiva e cartone e che pian pianino ci faremo nostro il guardaroba di maglioni buoni che durino nel tempo, salvo poi imprecare sul prezzo e imprecare sul lavaggio. Arrendiamoci. Le cose belle si pagano in termini di denaro e di cura.



Dove comprare maglioni di lana di qualità?


UNIQLO
Si conferma il migliore per le maglie in lana merino, il prezzo è pressoché imbattibile e i capi rimangono belli anche dopo il lavaggio (io ne ho 4). Nei saldi però non si trova quasi mai la combinazione giusta di taglia e colore proprio perché già il prezzo intero è abbordabile e l'assortimento finisce prima degli sconti.
Anche Gap ha un buon assortimento di maglie in lana merino però sono più delicate, sia per quanto riguarda il lavaggio che per la resistenza del tessuto.

DIFFUSIONE TESSILE
A volte questo sito va nel dimenticatoio perché, sebbene sia di impronta outlet, i prezzi sono più alti dei soliti fast fashion - grazie e graziella -, ma naturalmente anche la qualità lo è e coi saldi si possono fare grandi affari per le maglie e i cardigan in pura lana vergine e tutto cashmere.

YOOX
Ecco un altro tesoretto, fonte di gioia e di affari con i capi belli. Il mio consiglio è quello di perderci un po' di tempo per conoscere i brand che propone, solo così riuscirete a mettere tra i preferiti quelli che rispecchiano il vostro stile di ogni stagione. I maglioni di lana bella ci sono.

PUNTO MAGLIA
Maglieria made in Italy che produce anche capi su misura e vende direttamente, perciò evitando gli intermediari mantiene i prezzi più contenuti a fronte di un'alta qualità dei filati.

ARAN
Una produzione made in Italy che attinge alla tradizione dell'artigianato irlandese. Ora con i saldi è imperdibile.

CARCEL
Spesso quando la qualità della maglia è elevata e la lavorazione è artigianale si trovano dei capi troppo classici. Carcel è un brand che mi piace molto perché ha sempre la giusta dose di modernità che rende il pezzo speciale. Il design manco a dirlo è danese ed è realizzato dalle donne carcerate. Andate a leggere la loro mission perché è quanto di più forte e bello ci sia per il futuro.

GANNI
La maglieria di Ganni mi fa sbavare, purtroppo i prezzi sono un po' alti ma questo è il periodo giusto per darci un'occhiata.

SOEUR
Brand francese creato da due sorelle che propone moltissimi capi chic degni d'acquisto. Buone proposte di qualità anche nella maglieria. Per esempio questo cardigan ha solo il 10% di poliammide.

BABAA'
Produzione made in Spagna, attenta all'industria tessile locale, quindi lana e filati rigorosamente naturali, niente fibre sintetiche.



Al centro maglioni Mimì à la Mer disponibili nello shop Ila Malù

Da tenere a mente

▸ Tutti i fast fashion abbondano malamente di acrilico: H&M e Primark hanno lo scettro, Zara dipende e anche Mango non convince con la maglieria.
Da Massimo Dutti, Cos e & Other Stories si possono trovare cose più accettabili.
▸ Anche tra i marchi e i negozi più rinomati si trova il capo con la composizione cartonata, così come anche negli aggregatori considerati low cost come Zalando e affini ci sono dei capi di pregio con filati di qualità. La differenza sta sempre nelle solite parole magiche: prezzo e composizione.
Generalmente, i filati di qualità non possono costare troppo poco, dunque il prezzo è un indicatore ma non è sufficiente, se compriamo online e non possiamo toccare con mano è ancor più necessario leggere l'etichetta di composizione del tessuto.


SHARE:
© 2013-18 Vita su Marte. All rights reserved.