26 apr 2018

Ricetta dolce facile e veloce: semifreddo agli amaretti e cioccolato

Ecco una ricetta tattica che si fa rapidamente e con molta facilità: non serve il forno e si prepara in anticipo, così poi si ha tempo per dedicarsi ad altre preparazioni prima dell'arrivo degli ospiti, oppure si ha sempre nel freezer un dolcetto di scorta per le improvvisate degli amici o per inevitabili voglie notturne.


SHARE:

24 apr 2018

Fashion Trend: facciamo il nodo alla camicia

Questo 2018 è un'overdose di fiocchi e intrecci decorativi che lasciano anche ampio spazio al pratico fai da te del nodo alla camicia, un altro grande flashback degli anni novanta e un'ottima occasione per personalizzare a costo zero un capo che abbiamo già nell'armadio.
Niente di più semplice che prendere la camicia giusta, evitare di allacciare i bottoni sul fondo ed annodarla all'altezza che preferiamo, morbida e bassa se amiamo abusare di carboidrati, stretta e alta se il nostro metabolismo è più veloce di Usain Bolt.


SHARE:

23 apr 2018

Beauty primavera: praticamente dobbiamo fare giardinaggio sulle sopracciglia

Ve lo dico subito perché non sono nemmeno in grado di tenere la suspense: si chiama garden eyebrows ed è l'ultima tendenza creativa in fatto di make up, beauty e decorazione della faccia.
In cosa consiste questa pratica bislacca?
In una libera interpretazione decorativa delle sopracciglia che saranno gestite alla stregua di un giardino botanico, come se i peli fossero erba dalla quale spuntano piccoli fiori di ogni genere, tipo e colore.


SHARE:

22 apr 2018

Happy Sunday #buonadomenica


da Atomica bionda, 2017
«Mi fido di te come le previsioni del meteo».
SHARE:

20 apr 2018

Cibo pronto da supermercato: i preferiti


La lodevole ondata di moda e attenzione per il cibo che sta travolgendo le nostre vite da qualche anno a questa parte, sta portando con sé anche la creazione di figure mitologiche che potremmo definire nazinutrizionisti, individuabili non in stimabili professionisti abilitati ad ammaestrare le masse bisognose di educazione alimentare, bensì in improvvisati estremisti che aborrono il cibo industriale e negano di farne consumo. Tutti ne conoscono almeno uno.

In un mondo ideale ciascuno di noi vorrebbe nutrirsi di pasta fatta in casa, uova appena covate, frutti appena colti dall'albero e verdure dell'orto biologico e certamente, quando e dove possiamo, agiamo al meglio, per cultura, per il piacere del gusto e per il vantaggio della salute.
Ma suvvia, al supermercato ci andiamo tutti, tutti subiamo la coda alla cassa e tutti ci divertiamo anche a guardare come sono composti i carrelli degli altri per capire le loro abitudini e i loro vizi.

SHARE:

19 apr 2018

Vellutata tiepida di piselli alla menta con crostini all'aglio

Ecco una ricetta molto facile e veloce, da memorizzare subito tra le preferite e tra le idee vegetariane.
Si utilizzano i piselli surgelati, perciò si potrà fare questa ricetta in qualunque stagione, variando la temperatura alla quale la si serve, più calda in inverno, tiepida o fresca in primavera o estate.

SHARE:

18 apr 2018

Non solo design: qual è la nostra idea di comfort?

Ci sono quesiti apocalittici tipo senso della vita, chi butti giù dalla torre tra mamma e papà, è nato prima l'uovo o la gallina et similia, ai quali mi rifiuto di rispondere per sopraggiunta ansia.
Ma persino le domande sul colore preferito, righe o quadretti, carbonara o amatriciana mi buttano sull'esistenzialismo. Scegliere è sempre difficile, immaginatemi in gelateria a selezionare due soli miseri gusti, che dramma.


In questi giorni sto girando per il Fuorisalone di Milano, giga-evento imperdibile che raccoglie una moltitudine di interessi e di piacere delle cose da fare: visitare palazzi storici altrimenti chiusi al pubblico, toccare con mano i pezzi più celebri degli archistar, entrare nei cortili alla scoperta di installazioni di design e di moda, temporary food corner, allestimenti floreali, nuove tecnologie, domotica, automotive.

SHARE:

Accessori casa: dove trovare le tende belle per la doccia?

Stavo constatando (che scoperta!) che siamo proprio il belpaese delle eccellenze, rinomato in tutto il globo per le cose belle, l'alta moda, l'enogastronomia, il design ambito e senza tempo.
A tal punto che invece con la produzione di idee del settore low cost non ce la facciamo proprio.

Da un certo punto di vista chissenefrega, ovvero meglio essere il top del top e rugare il low cost oltreconfine piuttosto che il contrario. Meglio ancora sarebbe essere ricchi ma fermo subito la matrioska del dolore per tornare al nocciolo della questione.
La produzione italiana è così preziosa che rivelerebbe uno spirito tutt'altro che consumistico: il bello fatto per durare, la sartorialità di pregio, l'artigianato di valore.
Ma siamo nati per comprare e per fare i bilanci poracci col file di excel, dunque sappiamo che i marchi di riferimento per moda, casa e oggettistica a prezzi contenuti provengono perlopiù da Spagna, Svezia e Stati Uniti, paesi che a loro volta fanno produrre in Cina, in Vietnam o in Bangladesh.
Ci sarà un motivo specifico? E' solo un caso?
Potrei parlarne con Giulia esperta di tendenze De Lellis, ma nel frattempo sempre sian lodate le importazioni dai paesi che ci salvano il portafoglio con il buon gusto abbinato al buon prezzo.

La verità è che siamo dei gran consumisti nati in un Paese che ci ha abituati alle cose belle e quindi dove la prendo una tenda per la doccia che non faccia venire la diarrea al colombo urbano che mi fa ciao dal lucernario?


SHARE:

17 apr 2018

Moda e accessori: ci serve una borsa rotonda

Credo che se ne sia accorta pure mia nonna: sfogli una rivista di moda a caso, guardi qualche foto di street style serio, fai un giro nel centro della prima cittadina un po' modaiola che ti capita a tiro su google maps e tra vetrine, shop online, editoriali e lookbook la cosa è più che certa.
Ci serve una borsa rotonda.
Confesso di aver agito già lo scorso anno quando, in preda all'ardente desiderio di fine estate, non ho potuto fare a meno di prendere una tracollina in paglia che mi ha donato le gioie di un settembre migliore in cui mi sono sentita come una fashion icon parigina, alta e magra in vacanza a Bali, quand'invece mi trovavo in Puglia tutt'altro che magra e ripiena di pasticciotti alla crema.
Ma l'importante è crederci.


SHARE:

16 apr 2018

Gossip e trashate arretrate: matrimoni, nipoti ribelli, soldi, Champions e revival

Citando Giucas Casella, questa potrebbe essere una settimana dura e rigida, dura e rigida!
E allora tuffiamoci su un morbido gossip con fasce perimetrali e sette zone a portanza differenziata, completamente sfoderabile con doppia cerniera e rivestimento in aloe vera.
Per voi, col cuore in memory.

SHARE:

15 apr 2018

Happy Sunday #buonadomenica


da Jackie, 2016
«Ho imparato che c'è una grande differenza tra ciò che la gente pensa e ciò che io so essere vero».
SHARE:

13 apr 2018

Lo scatto magico a Venezia: dove fare le fotografie più belle e piccole curiosità

La sorprendente, indimenticabile e unica al mondo Venezia.
Qui è nato lo spritz, il famoso aperitivo arancione a base di prosecco, bitter, acqua frizzante o seltz, che allieta gli aperitivi di tutta Italia e non solo e sempre qui ha avuto origine la parola ciao, il saluto italiano noto in tutto il mondo che nel veneziano originario era uno s'ciavo, ovvero schiavo, schiavo vostro, poiché così si rivolgevano in segno di rispetto ai nobili signori; saluto che nel tempo si è trasformato in s'ciao per divenire poi il ciao che tutti usiamo decine di volte al giorno.


La città senza automobili ma con i vaporetti e le gondole, la città dai 435 ponti, dai 2.000 pozzi, 170 campanili, 118 isole, 176 canali, sul podio delle località più visitate d'Italia dai turisti di tutto il mondo.
A Venezia inevitabilmente si è destinati a perdersi in tutti i sensi e l'aspetto fotografico non è da meno: si scatterà la tipica cartolina di Piazza San Marco e del Ponte di Rialto, ci si riempirà di foto di palazzi storici di rara bellezza ma ogni angolo della laguna è davvero pregno di fascino, tanto da saturare in tempo zero la memoria di schedine e dispositivi vari.
SHARE:

12 apr 2018

I nuovi menù Autogrill e i validi motivi per la pausa in autostrada

Qualche giorno fa, sui vari social, vi ho gioiosamente mostrato la foto di un panino al salame: qualcuno l'ha autoeletto patrimonio dell'umanità (come non concordare), qualcuno avrebbe voluto ingollarselo insieme a me e qualcun altro mi ha scritto in privato che somigliava a... insomma, ha notato le dimensioni interessanti del panino, ecco.


Autogrill, nota meta di ristoro, relax autostradale e "pausa Gianni Morandi" - chi coglie la citazione è un fedelissimo marziano a cui offrirò un panino al salame nel nuovo formato generoso -, sempre al passo con le abitudini alimentari e le voglie dei consumatori, sta ampliando la proposta menù con nuovi panini, insalate e healthy food per sollazzare le nostre soste con più gusto e varietà.

Perché, diciamolo, all'Autogrill ci si va principalmente per mangiare: ok la combo magica acqua-caffè-pipì ma il viaggio mette appetito e, con la scusa del bilanciamento idrico, la generazione del bolo alimentare è cosa più che gradita.



SHARE:

11 apr 2018

Come organizzare i prodotti beauty in bagno

Da stalker professionista dei bagni di amici e parenti, posso affermare che ci sono tre macrocategorie dello spazio dedicato ai prodotti beauty e make-up: i sovrani del puttanaio disordine, quelli moderatamente ordinati e i maniaci dell'organizer.

Io sto al centro, moderatamente ordinata con qualche picco di caos che si sviluppa in un accatastamento verticale destinato al crollo, e allora mi metto d'impegno e sistemo.
Ripongo tutto in un contenitore che in origine era un piccolo portavasi, nei cestini Ikea e in un vassoietto a forma di foglia.
Spazio e ripiano permettendo, mi piacciono molto le soluzioni che prevedono l'utilizzo di un vassoio, magari in argento o in peltro come quello delle nonne, in legno intarsiato, in marmo o in vetro e oro.
I vasetti in vetro che contenevano le candele sono soluzioni molto in voga in questo periodo: utili per pennelli, matite, cotton fiocc e più le candele son costate, più il vasetto appare stiloso.


SHARE:

10 apr 2018

La moda umile: no logo no party

Sono ormai lontani (neanche troppo a dire il vero) i tempi del no logo di Céline, quando la moda aveva il fascino discreto di farsi riconoscere per l'identità forte delle forme, dei colori e dei tessuti, piuttosto che per il marchio ben in vista.
Era il 2010 e il mondo fashion ci suggeriva la raffinatezza del lusso discreto, l'understatement chic.

Ma torniamo nel 2018, formattiamo l'immagine poetica e buttiamoci nell'attualissimo trend pacchiano del logo esibito, perché potranno vendercela con tutto lo spirito motivazionale e gli aggettivi che vogliono - è ironico, è giocoso, è la conferma sociale, la realizzazione di un sogno, l'aspirazione dichiarata, la provocazione del lusso - ma se siamo onesti e se disgraziatamente ce li immaginiamo tutti insieme in un salotto è solo un raduno di buzzurri arricchiti.


SHARE:

9 apr 2018

La gioia del Multisala: andare al cinema insieme per poi entrare in sale diverse

E' bello farsi portavoce di pratiche ancor poco diffuse che innalzano al livello pregeria le relazioni pacifiche tra esseri umani.
La maestra chiede a Pierino "7 amici vanno al cinema per vedere un film. Quante probabilità ci sono che saranno tutti felici di vedere lo stesso film?".
Pierino forse ancora non lo sa, ma la statistica e la varietà del genere umano ci insegnano che molto probabilmente qualcuno subirà un ammorbo e si immolerà nella visione di un film che non avrebbe mai scelto; qualcuna (perché la minaccia è femmina) prometterà remissione e silenzio in cambio di imperituri servigi domestici e qualcun altro russerà in dolby surround, sprecando 7 euro del suo portafoglio che avrebbe meglio speso in pizza con le acciughe.


SHARE:

8 apr 2018

Happy Sunday #buonadomenica


da L'ora più buia, 2017
«Sono sigillato in gabinetto! Penso di potermi occupare solo di una cacca alla volta!».
SHARE:

6 apr 2018

Lo shopping di primavera su eBay

Ci sono quelle abitudini che si radicano talmente tanto nel dna che poi le parti del corpo agiscono da sole senza che nemmeno se ne abbia coscienza.
A me capita quando tolgo le lenti a contatto - una sola sera nella vita mi son dimenticata di farlo e al mattino stavo gridando al miracolo! -, quando metto il parmigiano sulla pasta e quando devo comprare una qualunque cosa e clicco sull'icona di eBay.
Shopping online come pietra miliare della comodità, eBay come sito di riferimento per il mercato internazionale che garantisce molta offerta e parecchi prodotti a confronto.

SHARE:

5 apr 2018

Torta al cioccolato, pistacchi e pera (ricetta perfetta per utilizzare le uova di pasqua)

Vi sono arrivate un po' di uova di Pasqua che, da regola, avranno avuto la sorpresa che ha proprio sorpreso per quanto orrenda fosse?
A me ovviamente sì. Ma quel che conta è il cioccolato e questa è una ricetta che ne chiede dai 2 ai 3 etti e mezzo (a seconda che si voglia fare o meno la copertura), quindi si colloca bene nel periodo post pasquale in cui probabilmente ne abbiamo in abbondanza.


SHARE:

4 apr 2018

Italiani all'estero: mollo tutto e mi trasferisco


Sulla favolosa scia dell'erba del vicino che è sempre più dannatamente verde, ci sono tante persone che vogliono provare l'ardente emozione di lavare i piatti in un pub di Dublino o aprire un chioschetto di frutta e gelati a Ipanema.
Le stesse persone però, lasciandomi un incolmabile punto di domanda sul volto, non riordinerebbero mai le stoviglie a Pavia - sebbene in questo periodo gli potrebbe capitare a tavola pure la Lecciso che fugge da Cellino San Marco - né venderebbero cocchi o piadine sulla Riviera Romagnola.
Ma perché?!
"All'estero si sta meglio".
Trasformando così l'Italia intera in una mitologica e luogocomunesca Venezia: è bella ma non ci vivrei.

SHARE:

3 apr 2018

Outfit Inspiration: la giacca nera di pelle

Molto biker, molto rocker, molto Loredana Berté.
Ma non è solo appannaggio delle persone dallo stile duro e grintoso, oggi la giacca nera di pelle è uno di quei pezzi chiave da avere nell'armadio perché nelle mezze stagioni risolve molti abbinamenti, è senza tempo e sta bene a tutti.
Il nero come sempre conquista qualunque carnagione e qualunque colore di capelli; la pelle non si gualcisce; il taglio della giacca, il collo, le cerniere e la disposizione di altri dettagli in metallo alleggeriscono o calcano lo stile cool e ribelle.

SHARE:

1 apr 2018

Happy Sunday #buonadomenica


da A casa tutti bene, 2018
«Dicono che la famiglia sia il nostro punto di partenza, poi di fuga e alla fine diventi quello di ritorno».
SHARE:
© 2013-18 Vita su Marte. All rights reserved.