3 mag 2018

Agretto chic: ricetta facile, veloce e vegetariana

Cose da dire su questa ricetta ce ne sarebbero molte, moltissime.
Innanzitutto è davvero bella a vedersi e con l'aggiunta di fiori commestibili è ancora più chic, primaverile e artistica.
Poi è vegetariana: ho tanti amici che non mangiano né carne né pesce e verdure + uova è la combinazione perfetta, in questo caso anche rapida e di facile esecuzione.


Ma soprattutto questa ricetta è di Laura Tedeschi, più conosciuta ai seguaci del mondo foodblogger come Timo e Basilico.
Esattamente un mese fa Laura è scomparsa, lasciando tutte noi che la seguivamo interdette e in preda a un profondo e triste vuoto. Ho trascorso le ore a riguardare le foto delle sue ricette e i messaggi che ci eravamo scambiate sugli ingredienti, sui paesaggi della Svizzera in cui lei abitava, sul food styling, sull'amore. Nuovi messaggi non ci saranno più e questo ancora fatico a realizzarlo.

Oggi noi amici di Instagram la celebriamo con una foto che ricordi ciò che lei amava tanto: il cibo, i fiori, la pittura... qualunque cosa "sappia" di Laura e la possa ricordare e mantenere indelebile nei nostri pensieri, così come indelebile è la sua voce che mi risuona sempre in testa quando penso alle sue Instagram Stories nella natura, in mezzo alle sue adorate peonie, con l'amato cane Teo, agli aperitivi sul lago di Lugano o in Costa Azzurra, i suoi quadri, la sua serenità e il suo semplice entusiasmo mentre ci raccontava come fare per preparare la sua ricetta.
Ho aperto il suo blog e ho scelto l'agretto chic. Ne sarebbe stata felice, come sarebbe stata felice per qualunque altra ricetta avessi scelto o per qualunque altra cosa le avessi raccontato perché lei - e solo lei - sapeva quanto importante sarebbe stata la felicità quotidiana delle piccole cose.
Impariamolo anche noi, adesso che siamo ancora in tempo.
Grazie Laura.


AGRETTO CHIC

250g di agretti
4 uova
olio evo
pangrattato o briciole di pane
sale, pepe, aglio in polvere

▹ Lavare gli agretti, togliere i gambi più duri e cuocerli in acqua bollente leggermente salata (o al vapore) per circa 5 minuti. Poi scolarli e passarli sotto l'acqua corrente fredda per mantenere il bel colore verde.
▹ Ungere leggermente l'interno degli stampini in silicone con l'olio evo, disporre gli agretti negli stampini per creare dei nidi e poi rompere un uovo in ciascun nido.
▹ Cuocere in forno statico a 180° per 20 minuti circa: il bianco dev'essere rassodato ma il rosso non dev'essere troppo cotto (se il vostro forno non è preciso o se volete ridurre i rischi, versare nei nidi solo gli albumi, tenendo da parte i tuorli nel loro guscio e poi aggiungerli nei nidi negli ultimi cinque minuti di cottura).
▹ Nel frattempo tostare le briciole di pane in un padellino caldo e con un filo d'olio evo, poco prima di spegnere il fuoco aggiungere un po' di aglio in polvere (se gradito) e tenere da parte.
▹ Fare intiepidire i nidi per poterli sformare agevolmente e impiattarli cospargendoli di pane tostato e di una generosa macinata di pepe.

Se vi piace il tuorlo molto morbido e non volete rischiare di cuocerlo troppo tenetelo da parte e aggiungetelo solo poco prima di ultimare la cottura



SHARE:
© 2013-18 Vita su Marte. All rights reserved.