16 nov 2018

Black Friday istruzioni per l'uso: dove, come, quando e cosa comprare

E' da agosto che mia mamma mi chiede quand'è il Black Friday.
Le nostre menti devono essere ancora adeguatamente addomesticate, dobbiamo interiorizzare le nuove tradizioni consumistiche cosicché, forse, nessuno si chiederà più quand'è il Black Friday o il Cyber Monday allo stesso modo in cui nessuno osa mai chiedere quando sia Natale.
Le probabilità di ricordarselo autonomamente sono scarse - di solito ci pensano le pubblicità - perché il Black Friday non ha una data fissa come il 25 dicembre che vuol sempre dire albero, babbo natale, regali, pandoro e parenti. No.



Quest'anno il Black Friday è il 23 novembre!


Il Black Friday è mobile perché dipende dal calendario. La sua origine risale agli anni ottanta, è del tutto statunitense e lo conferma il fatto che cade il quarto venerdì del mese, ovvero all'indomani del Thanksgiving Day, giorno in cui gli americani ringraziano per tutto ciò che hanno ottenuto nell'anno precedente imbottendo alla bell'e meglio un tacchino e sapendo che il giorno dopo scialeranno con i pazzi acquisti.



SHARE:

15 nov 2018

Biscotti Gianduia alle nocciole e cioccolato

Non sapete con quale sacrificio ho provato più di una volta a fare questi biscotti per ottenere la ricettina perfetta: inizialmente li avevo fatti in un'altra versione, per utilizzare dei pistacchi che avevo in casa e con proporzioni diverse tra burro e zucchero. Poi la folgorazione di nocciolarli e di usare il cioccolato al latte anziché il fondente, e vai che si sprigiona un sapore gianduia che metterà a dura prova la volontà di fermarvi a due o tre.
Altro grande pregio di questo impasto? Si lavora facilmente, velocemente e si può decidere quanti biscotti ottenere: se li si vuole grandi (del diametro di circa 7cm) si formerà un unico cilindro dal quale si otterranno circa 30 biscotti. Se li si vuol fare più piccoli si potranno ricavare due cilindri e si potrà decidere al momento se fare un'infornata di circa 20 biscotti con uno solo dei due cilindri e tenere l'altro di scorta per la successiva voglia impetuosa o ospiti dell'ultimo minuto, oppure procedere con entrambi e ottenere almeno 40 biscotti deliziosi.


SHARE:

14 nov 2018

Pellicce vere, pellicce finte e la moda che cambia

La quantità di pelo appeso sulle relle di tutti i negozi di moda è elevatissima: mai come quest'anno possiamo passare il tempo ad accarezzare tutto ciò che è esposto per misurarne il grado di morbidezza e pelusciosità.
E il pelo in vendita è perlopiù finto. Faux fur. Pelliccia sintetica. Nessun animale è mai stato manco visto in cartolina per produrre questa pelliccetta che ti occuperà due terzi dell'armadio.

Le pellicce vere ormai appartengono a una nicchia modaiola sempre più soggetta alle critiche: animaliste, ambientaliste, sociali, morali e dunque culturali.
La moda innova, rievoca, diverte, provoca ma non può mai fare un affronto diretto ai cambiamenti culturali: la pelliccia vera è talvolta presente nelle proposte dei grandi marchi ma c'è una svolta (ad esempio dal 2018 Gucci non propone più capi e accessori con pelo vero) perché viene spinto il ritorno in auge della pelliccia attraverso quelle sintetiche e il recupero di quelle vere vintage.


SHARE:

13 nov 2018

Autunno Moodboard: vestiti, ricette, beauty e relax a casa

L'estate quest'anno è stata davvero lunga e abbiamo sentito caldo fino a ottobre inoltrato, sottraendo un po' di protagonismo a una delle stagioni più belle perché ricca di colori caldi e di sapori nuovi, perché piena dei ricordi spensierati dell'estate e in procinto di collezionare l'atmosfera dei giorni di festa.
L'autunno è una stagione di mezzo che addolcisce i ritmi, ci riscalda coi primi tessuti pesanti e la prima intimità domestica fatta di tv, copertina, biscotti e tè. E non ammette scuse per chi, come me, si porta dall'estate la pila di roba da stirare.


SHARE:

12 nov 2018

Le App per localizzare gli altri e le conseguenze sociali

Mi sono approcciata a questo piccolo mondo del super controllo attraverso l'app Trova Dispositivo, nata col nobile scopo di ritrovare il telefono smarrito o rubato e poi convertita in geolocalizzazione del marito (o meglio, è lui che cerca me). Come è possibile? Basta fare almeno un accesso con le credenziali del profilo Google dell'altra persona e poi l'app terrà sempre in memoria il dispositivo aggiunto. Peccato che ogni volta che si localizza qualcun altro tramite questa app, la persona ne riceverà notifica.


Ma come spiare le vite degli altri senza che loro lo sappiano?


SHARE:
© 2013-18 VITA SU MARTE. All rights reserved.
In qualità di affiliato Amazon e Reward Style ricevo un guadagno sugli acquisti idonei di alcuni prodotti consigliati su questo sito.