6 set 2018

Dolce & Gabbana a Roma: ma le suore saranno vere?

Costantemente dilaniata tra il desiderio di vedere solo film e serial tv che narrino vicende reali o verosimili e lo scetticismo alla San Tommaso che mi porta a diffidare d'ogni cosa, ecco che l'ultimo dei dubbi si insinua nella campagna di Dolce & Gabbana.

Domenico e Stefano lasciano (temporaneamente) la bella Sicilia per fregiare la capitale - tristemente abbacchiata dai disagi urbani e dallo spodestamento che ora vede Milano come prima città più visitata in Italia - di un servizio fotografico con l'hashtag #dgroma in cui le modelle posano assieme alla romanità più pregna.
Ci sono i passanti, i turisti, gli avventori delle trattorie, il gelataio nordafricano, i gladiatori e le suore.


Ma le suore saranno vere?
Come le hanno adescate?
Saranno state consapevoli dello scatto?
Hanno letto la scritta sulla maglietta?
Stavano imprecando sulle provocazioni degli stilisti?
Saranno arrivate a dire che non c'è più religione?
Perché la suora di destra compare anche in un'altra foto?
E il prete col telefonino ha uno StarTac del 2003?

Abbiate pazienza, allo stesso modo sono ancora qui a chiedermi se i protagonisti degli spot di PoltroneSofà siano davvero gli artigiani della fabbrica: sarà colpa delle repliche di Jessica Fletcher a ore pasti.













SHARE:

Nessun commento

Posta un commento

© 2013-18 VITA SU MARTE. All rights reserved.
In qualità di affiliato Amazon e Reward Style ricevo un guadagno sugli acquisti idonei di alcuni prodotti consigliati su questo sito.