12 mar 2018

Cesserie moda: tendenze discutibili e orrori sparsi

Avete presente quando nel letto appena svegli si compie un movimento brusco e sopraggiunge un forte giramento di testa magari accompagnato da vampate di calore, sudori e nausea?
Si chiama vertigine posizionale ed è in grado di scatenare all'improvviso il minuto più brutto della vostra vita: se l'avete mai provata sapete di cosa sto parlando, altrimenti ve la faccio provare adesso con questo post. Scorrete le foto e tenetevi forti perché sono sicura che almeno qualcosa vi genererà nausea e brividi.



Tra settimane della moda, sublimazioni artistiche, nuove collezioni, street style e apertura delle gabbie, si è ingenerato un faldone di succulenza tale che non potevo non riassumerlo tutto qui, in un unico post del dolore.

In copertina c'è Moncler, nell'interpretazione di Pierpaolo Piccioli (direttore creativo di Valentino) che, assieme ad altri 7 colleghi designer, ha contribuito al progetto Moncler Genius. Genius. Se lo dicono da soli quelli di Moncler, quasi a volerci convincere che piumini per il freddo Buriano non fa rima con pacchiano, ma ci fanno una propaganda nomen-omen neanche poi così subliminale e una captatio a parer mio tutt'altro che benevolentiae. Che poi Piccioli non è stato nemmeno così malvagio in confronto ad altri suoi compari che vedremo più avanti.

Qui sotto arriva Gucci, il re della moda di questo periodo e dacché esiste Alessandro Michele, le sue provocazioni e le sue trovate fantasiose.
Ma oibò, si son tutti turbati perché ha messo in scena una sala operatoria, oibò, i modelli sfilavano con la replica della loro testa mozzata in mano. Oibò, Armani si è arrabbiato e ha detto che non vuol far parte di questo gioco. Oibò, la testa mozzata è già diventata un challenge su Instagram (lo voglio fare pure io!).  Oibò, ma nessuno si è accorto che il peggio del peggio risiedeva altrove. Agevoliamo le immagini e scopriamo insieme il peggior incubo delle nostre notti.

Intanto rivalutiamo l'idea della nostra capoccia mozzata, utilissima per le prove trucco e parrucco

E' più felice la testa mozzata della modella che la modella stessa

Ancora teste e copricapo vari

Genialissima idea di utilizzare il porta-pellicce della nonna come impermeabile per una giornata uggiosa

No, non è nemmeno il cucciolo di drago l'incubo notturno da temere

AAARRRGGGHHH! Questo è il peggio di tutta la sfilata: IL MONOCIGLIO !!!

La Regina Elisabetta va per la prima volta alla settimana della moda londinese e scopre che non sfilano più i suoi tailleurini pastello.
Una regina, un volto pieno di incredibile sconforto e pentimento. 

Stretching nella sabbia, stivaletti nelle vasche dei pesci, modelle trainate dai cani.
Stella McCartney ci regala un grande boh.

Per riprendere il discorso del piumino che ci sta sfuggendo un po' di mano, questo arcobaleno glitterato è di Marco De Vincenzo

Qui abbiamo un altro Genius Moncler: Grenoble che riproduce in massa la stella spazzaneve che fa mia nipote treenne

E il genius di Craig Green: ma quindi vanno in vendita veramente?!

Alla fine questa in confronto è proprio haute couture per la visita ai sepolcri di Madonna di Campiglio in un giovedì santo pieno di forfora di Dio che scende giù dal ciel lieve

Questa foto è solo per avvalorare perché in questo post ho definito Moschino "il provocatore che plana su Tamarreide"

Uniposca collection

Christian Cowan: un concettuale che non riesco a concettualizzare

Pentita della depilazione integrale o brasiliana? Eddaie di merkin, la parrucca pubica che ancora manca nei tuoi cassetti beauty!

Christopher CANE è riuscito a superare se stesso con questa delicatezza che ha chiamato pure More Joy. Ma mor gioi de che? Di mia nonna con la sciatica forse.


Diciamo a Tod's che i cani non sono accessori moda

Preghiamo per la moda e per le modelle sostituite dai droni luminosi.

Sulla sinistra una foto tratta dal misterioso instagram di Balenciaga nel quale si divertono a mettere foto dal ritocco mistico; sulla destra una maxi clutch CIAGA come evidente omaggio alla sua beniamina suprema

#NoLogo #ModaDiscreta #RestoUmile

Da sinistra verso destra:
Chanel da 850 euro, Burberry modello Pimpa, Louis Vuitton che nella didascalia dello shop percula alla grandissima scrivendo "look grazioso e femminile"(what?!), Margiela con paracaviglie, calcagni, astragali e ossa cuboidi.

SHARE:
© 2013-18 VITA SU MARTE. All rights reserved.
In qualità di affiliato Amazon e Reward Style ricevo un guadagno sugli acquisti idonei di alcuni prodotti consigliati su questo sito.